London Fashion Week: dieci tendenze principali da ricordare

La Fashion Week di Londra, chiusasi martedì 21 febbraio, ha fatto intravedere delle nuove tendenze per la stagione autunno-inverno 2017-2018. Ai trend già visti a New York, tra i quali il cappotto lungo e i pantaloni larghi e fluidi, si aggiungono le balze, molto presenti a Londra, i fiori a tocchi o in total look, e ancora i colori vivaci, in alcuni casi addirittura fluorescenti.


Colori allegri
 
Meno protagonista a New York, il colore è stato invece al centro delle creazioni a Londra, con una maggioranza di stilisti che ha scelto di presentarlo solo con alcune pennellate (Versus, Simone Rocha), e altri che hanno privilegiato il total look, o addirittura i capi multicolori (Molly Goddard, Matty Bovan, Fyodor Golan).
 
Il pantalone oversize
 
Partita a New York, la tendenza del pantalone ampio e fluido, spesso declinato in dimensioni XXL, è presente anche a Londra. Eudon Choi, PPQ, o Toga, fra gli altri, hanno ceduto a questa tendenza.
 
Le balze
 
Impossibile non incontrare questa tendenza a Londra, dove le balze sono state onnipresenti. Su un top, un abito o una tunica, esse apportano del volume e un tocco rock, persino punk su alcuni modelli. Molly Goddard è stata l’esperta della materia a Londra.
 
Il cappotto lungo
 
Meno caldo e meno cocooning di New York, il cappotto lungo e abbastanza ampio ha sedotto le firme del prêt-à-porter a Londra. Daks, Eudon Choi, Huishan Zhang o Pringle of Scotland presentavano tutti capi di questo tipo, spesso proposti in tartan, stampati grafici o monocromatici.
 
I fiori
 
Sembrava quasi di essere in primavera. I marchi hanno incrementato il numero di motivi floreali, spesso declinati in un total look, mettendo in primo piano dei fiorellini, dei paesaggi naturali o degli stampati fioriti più vintage. Daks su un rosa cipria, Simone Rocha e Joseph in total look, a profusione da Preen by Thornton Bregazzi: i fiori erano dappertutto.
 
L'abito maxi-lungo
 
Piuttosto leggeri e molto fluidi, gli abiti mostreranno una lunghezza massima nella stagione autunno-inverno 2017/18. In versione più o meno ampia a seconda degli stilisti. In particolare, Mulberry ha presentato un vestito a strati, che danno movimento, Fyodor Golan un maxi-abito tipo patchwork, e Molly Goddard un voluminoso vestito increspato.
 
La cappa
 
Bisognerà fare i conti con la cappa la prossima stagione, messa in luce da alcuni stilisti, come Hussein Chalayan, che si è ispirato alla cultura greca. Burberry ha fatto sensazione con una moltitudine di modelli completamente reinterpretati e aggiornati utilizzando materiali diversi.
 
Il pull ampio
 
Le donne potranno affrontare il freddo senza paure il prossimo inverno, perché i marchi hanno pensato a tutto. Così come a New York, l’imponente pullover in maglia è stato della partita a Londra, in tinta unita o stampato. Burberry, Margaret Howell o Toga hanno presentato questi tipi di capi.
 
Il crop top invernale
 
No, non si indossa solo in estate. Sono molti i marchi ad aver fatto del crop top un capo indispensabile dell’inverno a Londra, tra i quali Versus, che ha presentato modelli declinati in materiali caldi e colori vivaci.
 
Le paillette
 
Un po’ meno presenti che a New York, anche i dettagli scintillanti sono stati protagonisti negli abiti da sera. Mary Katrantzou ha presentato un abito sontuoso fatto di trasparenze e di ricami scintillanti, mentre Temperley London ha giocato la carta degli abiti brillantissimi in vari colori. Toga si è divertito con le paillette dorate.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP/Relaxnews

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Sfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER