×
1 345
Fashion Jobs
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
30 nov 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Loewe ritira dal mercato un completo che può ricordare i campi di sterminio

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
30 nov 2019

Loewe ha ritirato un suo completo dal mercato. Si tratta di un outfit composto da due pezzi a strisce verticali nere su sfondo bianco, che fanno parte della sua capsule in collaborazione con William De Morgan. La firma spagnola ha ha subito chiesto scusa per questo modello accusato di somigliare alle uniformi dei prigionieri dei campi di concentramento nazisti.

Una delle immagini pubblicate da Diet Prada sabato scorso - Diet Prada - Instagram


La polemica è divampata grazie al solito Diet Prada, il profilo Instagram specializzato nella rilevazione di problemi di questo tipo nel campo della moda e seguito da oltre 1,6 milioni di follower, che ha dato l’allarme. In una serie di immagini condivise sul suo account, il famigerato completo era paragonato alle uniformi indossate dai prigionieri ebrei durante l’Olocausto. L’abito era presentato in un editoriale di Vogue UK.
 
“Impossibile vedere altro che un'uniforme da campo di concentramento in questo completo venduto a 1.670 euro della capsule di Loewe con William De Morgan, una collezione concepita per ‘catturare la libertà dell'immaginazione’”, ha ironizzato Diet Prada nel suo post.

Diet Prada ha chiesto spiegazioni al marchio di lusso, che ha pubblicato una story di scuse il giorno stesso sul suo profilo Instagram. “Hanno attirato la nostra attenzione sul fatto che uno dei nostri outfit, pubblicato in una rivista e facente parte della nostra collezione con il ceramista William De Morgan, sia stato a torto interpretato come riferito a uno dei momenti più odiosi della storia dell’umanità. Non è mai stata nostra intenzione, e vorremmo scusarci con tutte le persone che possano aver pensato che fossimo insensibili a ricordi sacri. I prodotti sono stati ritirati dalla nostra offerta commerciale”, ha spiegato il comunicato. Contattata da FashionNetwork.com, la casa di moda spagnola ha preferito astenersi da ulteriori commenti.
 
Come ha sottolineato Diet Prada nel suo post, Loewe non è il primo marchio a dover affrontare questo tipo di polemiche. Nel 2014, un altro colosso spagnolo dell’abbigliamento, Zara, aveva dovuto ritirare dal mercato una t-shirt a strisce orizzontali con una stella gialla sul petto, accusata di presentare troppe somiglianze con l'uniforme dei prigionieri ebrei incarcerati nei campi di concentramento.
 
Fondato nel 1846 da Enrique Loewe, Loewe ha la sede sociale a Madrid e fa parte della galassia del gruppo francese LVMH. Il brand è diretto dal 2016 da Pascale Lepoivre, la ex vicepresidente di Céline. Oggi il marchio è presente in 28 nazioni, presso più di 200 punti vendita, tra i quali figurano i concept store Casa Loewe, che si trovano a Madrid, Tokyo e da poco a Londra.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.