×
1 398
Fashion Jobs
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
NEW GUARDS GROUP
Shoes Production Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Pianificazione Produzione
Tempo Indeterminato · FIRENZE
STAFF INTERNATIONAL
Senior Legal Counsel
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
Pubblicità
Pubblicato il
28 mar 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lo Chic lascia Pechino per Shanghai

Pubblicato il
28 mar 2014

Cambiamenti allo Chic. Il salone lascia la capitale cinese per svolgersi nel 2015 contemporaneamente ad Intertextile, a Shanghai. Nell'occasione, passa anche da 4 a 3 giorni.

Dapeng Chen, Executive Vice President della China National Garment Association


Senza dubbio, uno choc per il mondo pechinese della moda. Dopo Intertextile, che quest'anno ha fatto la scelta di non organizzare più l'edizione nella capitale della Cina, seguendo del resto a ruota Première Vision, tocca quindi allo Chic lasciare la città per Shanghai e confermare così le notizie che avevamo anticipato giovedì 27 marzo in FashionMag Premium. Lo spostamento di sede sarà realizzato a partire dal 2015.

Dopo 22 anni a Pechino, la manifestazione l'anno prossimo si svolgerà dunque nell'altra principale metropoli dell'ex Celeste Impero, ritenuta più fashion e che accoglie già, oltre ad Intertextile, Interfilière, Première Vision, theMICAM…. «Abbiamo ascoltato le richieste dei nostri espositori», riassume Dapeng Chen, Executive Vice President della China National Garment Association, azionista di maggioranza del salone (Il China World Trade Center e il CCPIT sono gli altri due azionisti).

In parallelo, anche lo Chic cambia date e durata. Si svolgerà in contemporanea con Intertextile, alla metà di marzo, su tre giorni invece dei tradizionali quattro. L'appuntamento di Messe Frankfurt e lo Chic si divideranno la nuova fiera, che si estende per 400.000 metri quadrati, e dovrebbe essere pronta alla fine del 2014. A titolo di confronto, il nuovo centro pechinese dispone solamente di poco più di 100.000 metri quadrati. «Sono due saloni indipendenti nella stessa location», commenta Dapeng Chen.

Da parte sua, lo Chic ha come obiettivo ovvio quello di aumentare il numero degli espositori. E' possibile pensare che ci sarà anche una nuova organizzazione. Oggi, il salone è segmentato, oltre ai padiglioni nazionali, nelle suddivisioni moda donna, uomo, bambino e pelletteria/pellicceria. Domani potrebbe esserci una segmentazione più europea, basata cioè sugli stili.

«Si sta pensando a come rendere il salone più attraente. La distribuzione si sta evolvendo in Cina. Prima, si veniva allo Chic per trovare dei partner in franchising o degli agenti…. Ora, il numero di multimarca sta aumentando. Faremo anche un lavoro di ricerca per mettere maggiormente nel mirino i multimarca, i department store e gli e-retailer», prosegue il patron della fiera.

A rigor di logica, il salone, che ha solo una sessione all'anno, dovrebbe organizzarne una seconda per la primavera-estate. Varie discussioni e riflessioni sono in corso per il 2016 e il 2017.

Quanto allo Chic Young Blood, che era stato annunciato come l'appuntamento della moda giovane, esso si svolgerà sempre in ottobre, durante la Fashion Week di Pechino, ma il suo concept è diventato più “da evento temporaneo”, per promuovere i giovani marchi locali.

Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.