×
1 387
Fashion Jobs
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato ·
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager Russian Speaker Abbigliamento Premium
Tempo Indeterminato · MILANO
UNDER ARMOUR
Brand Representative Under Armour Nord-Est Female Collection (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLZANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist- Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
RETAIL SEARCH SRL
Specialista Logistica e Spedizioni
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · LEGNANO
Di
Reuters API
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
3 feb 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Levi’s: quarto trimestre deludente e chiusure in Cina per il coronavirus

Di
Reuters API
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
3 feb 2020

Nel quarto trimestre dell’esercizio fiscale, Levi’s ha deluso gli analisti, a causa del crollo delle vendite nei grandi magazzini e delle manifestazioni a Hong Kong. Le vendite nette del periodo sono scese del -1,4% a 1,57 miliardi di dollari (1,42 miliardi di euro), leggermente al di sotto delle previsioni degli analisti, che stimavano 1,58 miliardi di dollari, secondo i dati IBES di Refinitiv.

Photo - Levi's


Nel trimestre concluso lo scorso 24 novembre, l’utile netto rettificato è calato del 9% a 108 milioni di dollari (97,5 milioni di euro), ossia 26 centesimi per azione. Per l’esercizio 2020, la società prevede un utile rettificato compreso tra 1,18 e 1,22 dollari per azione, al di sopra delle stime degli analisti di Wall Street di 1,17 dollari.
 
Nel frattempo, Levi Strauss e Co ha chiuso quasi la metà dei suoi negozi in Cina a causa del coronavirus. Secondo Harmit Singh, Direttore Finanziario della società, l’epidemia dovrebbe avere un impatto non indifferente sulle attività a breve termine.

Ironia della sorte, Levis’s ha aperto da pochi mesi il suo più grande store cinese a Wuhan, prima che la provincia cinese divenisse l’epicentro dell’epidemia che ha cambiato i piani del brand, che pensava di installarsi a lungo nella città di oltre 11 milioni di abitanti: “Questo frena i nostri obiettivi di crescita a breve termine”, ha ammesso Harmit Singh, nel corso di un incontro con l’agenzia Reuters.
 
D’altra parte, il virus preoccupa il mondo intero. Numerose aziende, tra cui Starbucks Corp, hanno già chiuso i loro negozi e avvisato sull’impatto finanziario del rallentamento commerciale in Cina, il Paese più popolato al mondo. Levi’s ha anche vietato a tutti i suoi dipendenti di recarsi in Cina o di uscirne.
 
Secondo quanto dichiarato da Harmit Singh, l’impatto del coronavirus non era ovviamente incluso nelle previsioni annuali della società, ma sarà quantificato in occasione della pubblicazione dei risultati del primo trimestre, nel mese di aprile.
 
Levi's, che realizza circa il 3% del suo fatturato in Cina, prevede per il 2020 utili superiori alle attese, stimolati da una forte domanda del suo abbigliamento donna nei negozi e su Internet.
 
Di fronte alla diminuzione delle presenze nei centri commerciali e nei grandi magazzini, Levi's ha investito ulteriormente nell’e-commerce, aggiungendo funzionalità progettate per attirare i consumatori delle generazioni Y e Z. Ad esempio, sul sito di Levi’s una nuova opzione permette di personalizzare i jeans con stampe e patch su misura, il che dovrebbe consentire all’azienda con quasi 170 anni di storia di attirare una clientela più numerosa e connessa.

© Thomson Reuters 2021 All rights reserved.