Levi's: domanda azioni supera di dieci volte l'offerta

I jeans Levi's si apprestano a sbarcare in Borsa, in quella che potrebbe essere la maggiore initial public offering (IPO) del 2019. Il prezzo dei titoli Levi's sarà fissato il 21 marzo dopo la chiusura di Wall Street e gli ordini finora giunti indicano una quotazione al di sopra del prezzo di offerta atteso. I prezzi sono attesi infatti fra i 14 e i 16 dollari per azione, per un valutazione di Levi's fra i 5,4 e i 6,2 miliardi di dollari.


Levi's, che ha inventato i jeans nel 1873, è parte della storia americana. Inizialmente uniforme dei cowboy e dei minatori, i jeans sono sbarcati a Hollywood con Marlon Brando e poi sono stati abbracciati dai giovani di Woodstock prima di diventare un fenomeno nazionale.

I primi problemi per Levi's si sono iniziati a intravedere negli anni 1990 con il cambio dei gusti dei consumatori. Dopo anni nell'ombra, ora i jeans Levi's sono pronti al grande ritorno a Wall Street.

La quotazione è vista dagli analisti come un termometro per assaggiare l'appetito degli investitori per la lunga serie di IPO attese nel 2019, fra le quali Uber e Lyft.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

DenimBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER