×
1 531
Fashion Jobs
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
Pubblicato il
13 lug 2020
Tempo di lettura
8 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Le ultime novità dalle fiere di moda europee

Pubblicato il
13 lug 2020

Gli organizzatori di molte delle più importanti fiere europee della moda hanno fatto scelte molto diverse e a tratti diametralmente opposte sul come comportarsi in questa fine 2020, dopo un anno sconquassato dalla pandemia di Covid-19. Chi ha scelto la conferma della fiera fisica, chi si è direttamente rinviato all’anno prossimo sperando che si siano definitivamente calmate le acque e chi ha optato per una trasformazione digitale del proprio appuntamento.


Se Pitti, Cosmoprof, Mido e Maredamare hanno alzato bandiera bianca rimandando l’appuntamento con le rispettive manifestazioni al 2021, preferendo per quest'anno il format virtuale, Milano Unica sarà il primo evento fisico post-lockdown a settembre, seguito da Homi, Micam, Mipel, The One e Lineapelle.

Tra chi ha confermato la propria manifestazione fisica c’è anche Il Tarì, il polo distributivo e produttivo di Marcianise, che annuncia lo svolgimento dell’evento “Open!” dal 2 al 5 ottobre. Un appuntamento innovativo per il mercato B2B, dove dettaglianti e operatori del settore potranno scoprire nuove collezioni, servizi all’avanguardia e un programma di incoming estremamente profilato per operatori del settore orafo.

L’appuntamento accoglierà almeno 480 aziende gravitanti nell’universo del gioiello, tra quelle operative tutto l’anno presso il centro orafo campano e quelle invitate per l’occasione. 
 
Il Tarì fa sapere di aver deciso di aggiornare le date rispetto agli anni passati per venire incontro alle esigenze del settore, anche in vista dei necessari riassortimenti per la stagione Autunno-Inverno. La necessità di ripartire di tutto il comparto orafo fa sì che “Open!” acquisti un’importanza ancor maggiore (specie per il bacino del centrosud Italia) e rappresenti uno strumento concreto di rilancio per i protagonisti del settore, indica in una nota il centro presieduto da Roberto Giannotti.

Anche il DaTE ha comunicato la conferma dell'8° edizione della manifestazione dedicata all’occhialeria del futuro, che si terrà dal 19 al 21 settembre a Firenze, come consuetudine presso la Stazione Leopolda.
 
“Con DaTE vogliamo lanciare un messaggio forte e positivo a tutto il comparto dell’occhialeria, non solo italiano, e ai nostri stakeholder", ha commentato Giovanni Vitaloni, Presidente di DaTE. “DaTE sarà anche l’occasione per compiere un primo passo verso un cambiamento che si fa sempre più necessario. Dare cioè a chi fa ricerca, a chi è impegnato nella sperimentazione e nell’innovazione, a chi è sul mercato con una struttura piccola e agile, l’opportunità per fare sentire il proprio peso”.

La manifestazione, che sarà ovviamente ridotta rispetto agli scorsi anni, ha ricevuto il sostegno di ICE Agenzia, che avrà una specifica attenzione sul lancio anche digitale della manifestazione e sull’incoming di buyer internazionali, oltre ad eventi di comunicazione online.

Anche se sul piano sanitario ed economico regna l’incertezza, a Parigi, anche i saloni Who’s Next (4-7 settembre alla Porta di Versailles) e Première Vision (15-17 settembre nel centro espositivo di Villepinte), hanno deciso di tenere duro, mantenendo in quelle date l’organizzazione delle loro fiere fisiche.
 
Sul lato dell'approccio online, le organizzazioni delle due fiere (WSN Développement per Who’sNext e Première Vision SA per Première Vision Paris) appaiono altrettanto allineate. I due saloni offriranno soluzioni digitali che completino le sessioni fisiche in particolare per gli attori internazionali del settore che non potranno recarsi a Parigi, con servizi che consentiranno, ad esempio, riunioni da remoto, ma anche molte conferenze e interventi, in particolare sui due principali temi della digitalizzazione e della CSR. Un punto di ritrovo degli affari online che è un modo per cercare di compensare l’inevitabile calo delle presenze di espositori e visitatori a cui si andrà incontro in queste edizioni atipiche causa restrizioni.

WSN mantiene la versione fisica della sua fiera Who's Next e propone una soluzione digitale - WSN


Première Vision SA, prima dell’edizione del suo storico salone del tessile, terrà nella capitale francese la fiera Made in France PV. Inizialmente prevista in aprile, quest’ultima s’installerà al Carreau du Temple (III arrondissement) l’1 e 2 settembre.
 
Hanno confermato che si terranno a settembre anche i due appuntamenti rivolti a intimo e beachwear dell’organizzatore Eurovet, Riviera e Interfilière, rispettivamente dal 4 al 7 e dal 6 al 7 settembre. La volontà è di fare sinergie con il salone di moda Who's Next, con cui sarà condiviso il padiglione 3 del centro espositivo della Porta di Versailles a Parigi, e la cui piattaforma online Vimeet sarà aperta ai professionisti della lingerie.
 
Format ibrido anche per il salone professionale di moda e calzature Momad di Madrid, che la società organizzatrice ha deciso di non annullare e di tenere dal 18 al 20 settembre al padiglione 6 dell’Ifema (centro fieristico che ha ospitato l'ospedale da campo allestito a Madrid al culmine della crisi sanitaria). Le collezioni saranno esposte in formato fisico, ma anche tramite un marketplace integrato, per incoraggiare l'e-commerce.
 
Doppia versione anche per la prossima edizione del salone professionale di moda Tranoï, che si svolgerà fisicamente dal 2 al 5 ottobre a Parigi. Un’edizione autunnale che sarà focalizzata su una sola location forte, il Palais de la Bourse, e una selezione di marchi all'avanguardia. Ma al fianco dell’edizione classica, la fiera francese ha aggiunto Tranoï Link, una piattaforma che mixerà business ed immagine, per un marketplace che punta a semplificare i rapporti tra marchi e buyer dell’universo della moda premium.
 
Dando uno sguardo in Germania, la manifestazione di sourcing per il tessile-abbigliamento Munich Fabric Start di Monaco di Baviera, col suo ampio spazio riservato al denim, ha annunciato la cancellazione a sorpresa della propria edizione dell’1-3 settembre, che aveva confermato appena un mese fa. In realtà si tratta di una cancellazione del suo format abituale, perché la fiera si svolgerà con un altro nome ed adottando un programma alleggerito per tornare all’essenziale. Un format semplificato, chiamato “Fabric Days”, che si svolgerà nel centro espositivo MOC, sempre dall’1 al 3 settembre.

Munich Fabric Start


La trasformazione digitale delle manifestazioni professionali sembra diventata la norma, anche perché il Covid-19 ha svolto il ruolo di acceleratore della digitalizzazione dei saloni e dell’emergere dei marketplace della parte a monte della filiera. Tra le società organizzatrici fieristiche che hanno implementato dispositivi tecnici capaci di completare o sostituire del tutto le loro edizioni settembrine c’è Messe Frankfurt France, che dopo aver rinunciato allo svolgimento dei suoi due saloni Texworld e Apparel Sourcing in settembre a Parigi, ha annunciato l’implementazione di una piattaforma B2B dedicata, sviluppata insieme allo specialista di soluzioni digitali per il sourcing nell’abbigliamento Foursource.
 
Il sistema integrerà i perimetri delle varie fiere di Fairyland for Fashion, vale a dire Texworld, Apparel Sourcing, Avantex, Leatherworld, Shawls&Scarves e Texworld Denim Paris. La piattaforma sarà messa a disposizione dal 1° settembre nei siti dei vari saloni, con accesso riservato per sei mesi rinnovabile agli espositori della prossima edizione fisica, prevista dall’1 al 4 febbraio. L'obiettivo dichiarato è quello di mantenere vivi, anche in quel lasso di tempo, i rapporti tra produttori e committenti.
 
Anche il salone di moda bambino Playtime Paris, dell’organizzatore Picaflor, ha optato per mettere in atto un’edizione digitale, ma in questo caso dopo aver comunicato lo scorso 10 luglio l’annullamento della sua sessione fisica settembrina al Parc Floral di Parigi, già spostata dalle originarie date del 4-6 luglio. Una formula online ben rodata, visto che Playtime ha già attivo da 5 anni il proprio marketplace B2B, chiamato “I Love Playtime”, e che in questa occsione si vede impreziosito dalla possibilità del pagamento online delle collezioni, appena aggiunta, nonché della disponibilità dei “video-meeting”, proprio da questa settimana. Troppo pochi i buyer che sarebbero stati presenti, dunque non era ragionevole far investire soldi alle aziende per una fiera fisica, ha spiegato la società organizzatrice, che ha anche cancellato le edizioni estive di Playtime New York e Shanghai.
 
Opzione simile quella scelta da Maison & Objet, il salone specialista del design e dell’arredo casa, che ha annunciato di rinunciare allo svolgimento della sua prossima sessione al centro fieristico di Paris Nord Villepinte per dare appuntamento ad espositori e visitatori alla sua edizione fisica del 2021, dal 22 al 26 gennaio. La fiera punterà dunque sulla propria piattaforma MOM, lanciata nel 2016, che può vantarsi di avere 6.000 tra marchi e stilisti referenziati, oltre a 480.000 buyer. Un evento virtuale che si svolgerà dal 4 al 18 settembre online con due sezioni: i Digital Showrooms sulla piattaforma MOM per l’offerta “prodotti” e i Digital Talks sul sito di Maison & Objet per “i contenuti e l’ispirazione”, spiega il salone in un comunicato. L’organizzazione ha contemporaneamente confermato che la Paris Design Week viene mantenuta dal 3 all’11 settembre.

Maison & Objet punterà su un'edizione online in settembre - Maison & Objet


Nel Regno Unito, la società organizzatrice di saloni professionali Hyve Group ha annunciato che le edizioni estive 2020 dei suoi eventi Pure London, Pure Origin, Scoop e Jacket Required quest'anno non si svolgeranno, a causa della pandemia di coronavirus. Per compensare queste cancellazioni, Hyve segue l’esempio dei colleghi di altre nazioni ed opta per implementare i giorni 1 e 2 settembre un nuovo forum virtuale e collaborativo che riunirà marchi e acquirenti, chiamato “Fashion Together”, composto da seminari esclusivi e consigli pratici per informare i professionisti. Ma i saloni fisici londinesi torneranno per la stagione Autunno-Inverno 2021 il prossimo febbraio.
 
E veniamo a chi invece la spugna l’ha gettata del tutto, per dare appuntamento alle proprie sessioni invernali di inizio 2021. Il primo di questa lista è Bijorhca, la fiera parigina dedicata al bijou inizialmente programmata dal 4 al 7 settembre insieme ai saloni Who’s Next e Riviera, che invece si sono confermati. Nonostante questo, Reed Expositions France, l’organizzatore dell’evento professionale, ritiene che, nonostante uno sviluppo incoraggiante nel contesto sanitario collegato al Covid-19, persistano troppe incertezze, in particolare sulle condizioni di viaggio per espositori e visitatori internazionali.
 
Tornando a WSN Développement, il Who’s Next ha sì confermato la propria edizione fisica di settembre affiancandovi una sessione online, ma il salone parigino ha interrotto la commmercializzazione dello spazio Fame, dovendo fare a meno di Sophie Guyot, che dopo 19 anni alla testa del concept ha deciso di porre fine alla collaborazione con la società organizzatrice per varie “divergenze di punti di vista”, secondo le sue parole. Figura legata all’universo dell’abbigliamento e della creazione moda, Sophie Guyot ha cofondato il Fame nel 2001 ed è socia del concept dedicato al prêt-à-porter femminile al 33% al fianco di Xavier Clergerie e Bertrand Foache. L’addio pone alcuni dubbi sulla prosecuzione futura del Fame - sorta di locomotiva trainante del Who’s Next - che riunisce ogni stagione da 200 a 250 marchi, tra i quali alcuni nomi fondamentali del prêt-à-porter femminile francese, e che negli anni ha contribuito a lanciare brand come Ba&sh, Manoush, Iro o Laurence Doligé.

packagingpremiere.it


Infine, tornando in Italia, la fiera milanese dedicata al packaging di lusso Packaging Première, dopo essersi spostata a settembre, cancella definitivamente l’edizione di quest’anno e annuncia che si terrà dal 25 al 27 maggio 2021 nel Padiglione 4 di Fieramilanocity. La società organizzatrice della manifestazione, Easyfairs Italia, ha sottolineato in un comunicato che la decisione di posticipare il salone è stata adottata “per garantire un ambiente sicuro in cui la community possa sentirsi a proprio agio e concentrarsi su business, networking e coinvolgimento sociale”. In attesa della prossima edizione fisica, la fiera fondata e presieduta da Pier Paolo Ponchia ha lanciato i Trends Talks, una serie di webinar gratuiti dedicati a moda, gioielleria, food & beverage o cosmetica.

Con la redazione francese

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.