×
1 160
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
CONFIDENTIAL
Impiegato IT/Commerciale
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Manager Estero - Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB
sr Europe Retail Buyer - Female Denim & Apparel
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
10 lug 2015
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Le sfilate maschili della PE 2016 viste dalla parte della Russian Buyers Union

Pubblicato il
10 lug 2015

Nel corso delle ultime settimane dedicate alla moda maschile per la PE 2016 si è vista massima libertà espressiva, con trend anche molto eccentrici. Che in Russia restano e continueranno a restare anche per le prossime stagioni una provocazione e un'eccezione per “addetti ai lavori”. Come osserva Elena Bugranova, Presidente della Russian Buyers Union.

Elena Bugranova, Presidente della Russian Buyers Union


“In Russia e in quasi tutto il contesto euroasiatico, l’uomo predilige uno stile classico di scelte tradizionali e conservatrici, che sente più adatte alla propria fisicità. Sulle passerelle di Londra, Parigi e Milano, le Maison più prestigiose hanno introdotto look più forti, con fit anche trasversali fra maschile e femminile, eccessivi per l'uomo russo, perfetti invece per il target femminile, come gli anni ’70 riletti da Gucci, le linee destrutturate di Zegna e il neo-barocco a colori fluo di Moschino”, ha detto la Bugranova.

“Ci sono invece temi più soft che saranno sicuramente apprezzati anche dai gentleman russi. Uno di questi è la stampa floreale, quando viene proposta con sobrietà, come si è visto da Antonio Marras. Il pantalone largo un po’ retro di Canali troverà sicuramente il suo posto nel guardaroba russo della prossima estate 2016, soprattutto considerando che la silhouette skinny non è mai stata apprezzata. Avrà grande successo anche la gamma colori adottata dal marchio sartoriale, fresca ma non troppo azzardata. Come sempre in equilibrio perfetto, Brunello Cucinelli ha presentato una collezione che combina i pezzi classici con i più sportivi, come il blazer in tela cachemire sotto il biker in pelle, oppure la maglia a righe al posto della camicia con l’abito più rigoroso”, ha aggiunto.

Di certo quello che l’uomo russo apprezza di più è il comfort. “Per questo, oltre ai grandi stilisti, molti fra i buyer nostri membri hanno dichiarato di fare ricerca fra le proposte di realtà meno conosciute, ma che producono collezioni di alta qualità a prezzi più competitivi”, ha puntualizzato Elena Bugranova. “Una richiesta in continua crescita da parte del consumatore, che grazie al Made in Italy più “responsabile” è possibile soddisfare con successo. Infatti anche il cliente russo è più maturo e capace di mixare marchi noti a etichette giovani e quasi sconosciute, mantenendo intatto nel contempo l’alto livello qualitativo”.

La Russian Buyers Union è l’associazione che è in contatto con circa 10.000 buyer, retailer e operatori del commercio nel settore tessile, abbigliamento, accessori, gioielleria, architettura di interni e complementi d’arredo in tutta la Russia. Sotto il segno distintivo di Best Luxury Store, creato e promosso dall’unione stessa, ci sono ad oggi cinquanta fra le migliori boutique di moda e gioiellerie, showroom di arredamento, oggetti di design del canale multibrand. Tutti di fascia alta e contraddistinti da una selezione di linee di prodotto esclusive, curatissimi nel layout dello spazio, con un customer service d’eccellenza oltre a una loro promozione sui principali media che ne garantisce visibilità e frequenza di pubblico.

L’adesione immediata alla Russian Buyers Union dei nomi e delle insegne migliori rappresenta un successo senza precedenti. Fra i principali, nella moda: Podium Concept Store, Aizel e KM20 a Mosca. Babochka, Mania Grandiosa e Daynight a San Pietroburgo. Passage e Soho a Rostov sul Don. F People, Rich Fashion, Volkof59 e Podium Luxe a Kazàn. Intermoda e Luxury Store a Nižnij Novgorod, Angel Excelsior, Duna e Etaji a Krasnodar.

Nel design d’interni e complementi d’arredo: Interior market, Trio Interier, Interiernyi Salon N1, Konzept, Italmond, T Interiors, Decart a Mosca. Rim, Expanse e Hall Oscar a San Pietroburgo. D&D e KM a Rostov sul Don. Svet i uyut a Kazàn. Luxury Living a Krasnodar, Milan a Ekaterinburg. Pail a Vladivostok. Hermitage a Voronezh. Belly Park e Gallery a Krasnoyarsk, Design Interior a Ufa. S-Classic a Irkutsk e Raita a Perm.

Per sviluppare tutte le attività della Russian Buyers Union, la Presidente, Elena Bugranova, ha stabilito la sede principale a Mosca, in via Petrozavodskaya 28, k.4 e una di rappresentanza a Milano in Via Mauro Macchi 65, proprio per suggellare il forte legame che c’è fra i due Paesi, in primo luogo culturale e, oggi più che mai, economico.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.