×
1 434
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Senior Buyer Settore Moda
Tempo Indeterminato · PRATO
MICHAEL PAGE ITALIA
Regional Account Manager Nord Italia Per Realtà di Bigiotteria
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
Junior Product Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
E-Commerce e Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Global CRM Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
BENEPIU' SRL
Produzione -Qualita'
Tempo Indeterminato · CARPI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Agile Delivery Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Italia e Svizzera - Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
30 mag 2011
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Le donne acquisterebbero e getterebbero ogni anno la metà del loro peso in vestiti

Pubblicato il
30 mag 2011

Quasi 30 chili di vestiti in un anno. E' la media del consumo femminile di moda secondo Lucy Siegle, sulla base di ricerche condotte dall'Università di Cambridge. E si tratta solo di una media! Si può tranquillamente immaginare che questa cifra sia ancor più elevata in alcune fasce d'età della popolazione. Una cifra che è quadruplicata dagli anni '80.


Gli store delle catene di fast fashion Zara ed H&M hanno provocato o anticipato l'esplosione dei consumi di moda?

Il saggio pubblicato dalla giornalista britannica (“To die for: is fashion wearing out the world?” per le edizioni Fourth Estate) sostiene che a questo ritmo una donna spenderebbe in media 150.000 euro per il suo look nel corso della sua vita. Per la giornalista, la fast fashion ha creato scompiglio nei modelli di consumo, tagliando i prezzi a scapito della qualità. Secondo lei, tra il 2001 e il 2005, mentre le spese delle donne sono aumentate del 21%, il prezzo unitario dei vestiti è calato del 14%.

Come altri analisti, Lucy Siegle denuncia un irresponsabile scempio dal punto di vista ecologico, in quanto le donne butterebbero via tanto quanto comprano, cioè circa 30 chili di vestiti ogni anno. Ciascuna di loro poi, avrebbe circa 22 capi d'abbigliamento che non indosserà mai in fondo al suo armadio.

Lucy Siegle stima tuttavia che questa tendenza possa arrivare a stabilizzarsi, o anche calare, visto che osserva come il clima sia cambiato, soprattutto in Europa, dove i provvedimenti presi, volti a una maggiore austerity, potrebbero spingere i consumatori a desiderare di acquistare meno capi di abbigliamento, ma che siano più sostenibili e di maggiore durata.

Anaïs Lerévérend (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.