×
1 580
Fashion Jobs
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
MIRA GROUP SRL
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · POGGIOMARINO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo/Contabile
Tempo Indeterminato · FIRENZE
DIAMONDS 4U SRL
Jewelry Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LYLIANE
Purchasing Manager
Tempo Indeterminato · VIGONZA
CONFIDENZIALE
Commerciale Junior Nord Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Stock Specialist Bologna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicato il
11 gen 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Latorre punta su sostenibilità, espansione estera ed e-commerce

Pubblicato il
11 gen 2022

Con la collezione AI 2022-23 presentata in questi giorni a Pitti Uomo, il brand pugliese di menswear formale Latorre conferma il proprio impegno nei confronti dell’ambiente attraverso capi realizzati interamente in cashmere ecosostenibile, 100% made in Italy, oltre a scelte aziendali orientate alla sostenibilità, come progetti di rigenerazione vegetativa, utilizzo di tessuti riciclati di qualità e di un packaging volto a ridurre gli sprechi.

Latorre, autunno/inverno 2022-23

 
L’azienda di Locorotondo, infatti, ha convertito la propria sede rendendola quasi del tutto autosufficiente a livello energetico; ad inizio anno ha avviato la costruzione di una nuova ala produttiva, investendo nell’acquisizione di un terreno limitrofo e piantando 300 nuovi ulivi. Inoltre, parte del ricavato dei modelli di punta della nuova collezione sarà devoluto ad associazioni che si occupano di riforestazione e rigenerazione.
 
Tra i modelli più iconici della nuova linea per la prossima stagione fredda, la giacca sartoriale in versione doppiopetto, il cappotto sfoderato o doppiopetto e un nuovo modello bomber, tutti realizzati interamente con fibre naturali in tonalità legate al territorio che ospita l’azienda: il verde degli ulivi, il blu del mare, il marrone della terra e i toni beige tipici della pietra leccese. Completano la proposta coppole sartoriali realizzate appositamente per l’occasione e ricavate da cashmere riciclato.

“L’anno della pandemia ha rappresentato per Latorre un momento di riflessione che ha portato il brand sempre di più a ricercare ispirazione nella propria terra e a rafforzare il suo DNA sartoriale per creare uno stile unico, moderno e cosmopolita”, ha spiegato a FashionNetwork.com Alberto Latorre, Direttore Commerciale del marchio e figlio del fondatore Michele. “I dati del 2021 parlano chiaro: se il Paese di riferimento rimane l’Italia, che rappresenta più della metà del fatturato, più del 30% delle vendite è extra UE. Puntiamo a espanderci sempre più in questa direzione, rafforzando la nostra presenza in Corea e negli Stati Uniti e prevedendo una crescita del 10% per il 2022”.
 
Latorre, che ha chiuso il 2019 a circa 13 milioni di euro di ricavi, in progressione del +4/5%, lo scorso anno, a causa della pandemia, ha subito un calo del -22%, a 10,7 milioni di euro. Per tornare ai livelli pre-Covid, l’azienda punterà sul lancio del suo primo e-commerce e sullo sviluppo della parte di collezione più tecnica e outdoor, che sta registrando una crescita costante.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.