Lardini punta a 100 milioni nel 2021

Lardini, brand marchigiano di abbigliamento uomo e donna, ha chiuso il 2017 con un fatturato che sfiora gli 80 milioni di euro, in crescita a doppia cifra sul 2016, e punta a raggiungere il traguardo dei 100 milioni da qui a tre anni.

Lardini a Pitti Uomo 93 - Photo: Elena Passeri - FashionNetwork

“Il 2017 è stato positivo sia per i nostri marchi di proprietà, Lardini e Gabriele Pasini, che per la nostra attività conto terzi”, ha spiegato a FashionNetwork.com, in occasione di Pitti Uomo 93, Marco Tiburzi, entrato in azienda lo scorso luglio come Direttore Commerciale Mondo. “-dal punto di vista delle collezioni, sulla donna abbiamo avviato un importante percorso di riposizionamento stilistico, coerente con la storicità del brand, che nel 2018 compie 40 anni”.

La crescita sarà sostenuta anche dall’espansione in nuovi mercati, in particolare il Nord America, e dal consolidamento di quelli già esistenti, come l'Europa, ove il focus sarà sui Paesi dell’Est.

“Abbiamo inaugurato uno spazio all’interno del department store moscovita Vesna, in collaborazione con Bosco di Ciliegi; lo sviluppo retail proseguirà in particolar modo in Medio Oriente, dove sono in fase di definizione degli accordi. Altro territorio per noi strategico è il Giappone, dove siamo presenti con un negozio a Tokyo insieme a un distributore locale”, ha proseguito Tiburzi.

Photo: Elena Passeri - FashionNetwork

A Pitti Uomo 93 l’azienda ha presentato le collezioni autunno/inverno 2018-19 di Lardini e Gabriele Pasini in uno stand completamente ridisegnato, con l’intento di creare un percorso di story telling sui contenuti delle collezioni, che traggono ispirazione dallo stile country inglese. In particolare, la collezione “Easywear” si è evoluta con la linea “Advanced”, che coniuga la sartorialità tipica di Lardini con un mood active e tecnico.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Lusso - Prêt à porter DistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER