×
1 272
Fashion Jobs
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 lug 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lanvin Group cresce del 52% nel 2021 e spera in un ritorno alla redditività nel 2024

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 lug 2022

Il gruppo Lanvin chiude in forte crescita l'esercizio 2021. Il gruppo cinese del lusso (ex Fosun Fashion Group), che sta per quotarsi alla Borsa di New York, ha realizzato lo scorso anno un fatturato di 339 milioni di euro, balzando del +52% in un anno grazie “alla crescita di Lanvin, alla forte ripresa di Wolford e alla riuscita integrazione nel portafoglio di Sergio Rossi”, sottolinea in un comunicato l'azienda, proprietaria anche della casa italiana di abbigliamento maschile di fascia alta Caruso, dello specialista americano della maglieria St. John e del marchio tedesco Tom Tailor.

Lanvin, un modello per la Primavera-Estate 2022 - © PixelFormula


Il Lanvin Group annuncia inoltre di aver raggiunto il pareggio in termini di margine commerciale e prevede un ritorno alla redditività nel 2024, menzionando anche “un miglioramento del 33% nella performance del margine operativo lordo (EBITDA) rettificato nell’anno appena conclusosi”, ma senza indicare cifre. Lo scorso marzo, il gruppo cinese ha riferito di aver registrato una perdita operativa lorda di 79 milioni di euro nel 2021, mentre l'EBITDA rettificato, tenendo conto del contributo di Sergio Rossi (label acquisita nel 2021), ha ampliato questa perdita a -85 milioni.
 
L'Europa costituisce il primo sbocco del gruppo, con una quota del 48% sulle sue vendite totali e con un fatturato di 148 milioni di euro, in crescita del 30% nel 2021 rispetto al 2020. Il Nord America vale il 35% di tutte le vendite e la Grande Cina il 14%, afferma l'azienda, specificando di aver colto “opportunità non sfruttate in questi mercati”.

La rete di vendita diretta, tra canale retail ed e-commerce, ha registrato un balzo del 50%. Il Lanvin Group afferma di voler continuare “a diversificare la composizione delle proprie fonti di ricavo e ridurre la propria dipendenza dal canale wholesale”.
 
Nel dettaglio, per quanto riguarda le performance dei propri marchi, la maison Lanvin, acquisita dal gruppo cinese nel 2018, conferma il suo forte potenziale di crescita. Nel 2021 ha più che raddoppiato il fatturato, con un incremento del 108% rispetto al 2020, a 73 milioni di euro, in particolare in Nord America e nella Greater China, dove le vendite sono cresciute rispettivamente del 253% e del 134%. Performance guidate in particolare dalle nuove collezioni di accessori in pelle e di scarpe. Da segnalare soprattutto il successo registrato dai suoi modelli di borse, come la “Pencil” e la “Hobo Cat” e le sneakers “Curb”, ma anche della rete di vendita diretta.
 
Distribuita presso 260 rivenditori, l'etichetta ha inaugurato otto nuovi negozi lo scorso anno, raggiungendo un totale di 34 boutique in tutto il mondo, le cui vendite sono aumentate del 172% nel 2021, mentre le vendite online sono esplose a oltre il +415%.

Un capo di Wolford tratto dalla linea di activewear The W - wolfordshop.com


Tutto ciò si spiega con la strategia di riposizionamento di Lanvin che, sotto l'egida del suo direttore artistico Bruno Sialelli, ha notevolmente ringiovanito la propria immagine affidandosi a muse come Ariana Grande e Paris Hilton. Di recente ha collaborato con il rapper americano Offset per lanciare una collaborazione con l'etichetta di streetwear californiana Gallery Departement di Josué Thomas.
 
Il marchio austriaco di collant e lingerie Wolford, acquisito nel 2018, è la locomotiva del gruppo, con un fatturato di 109 milioni di euro nel 2021, cresciuto del 15% in un anno. Wolford ha ottenuto il suo miglior risultato operativo lordo degli ultimi dieci anni, afferma l'azienda, senza specificarne la cifra. Il marchio ha ampliato la propria visibilità grazie alle collaborazioni con il marchio di calzature Amina Muaddi lo scorso anno, e quest'anno con Alberta Ferretti e GCDS. La sua linea athleisure "The W", lanciata nel 2019, continua a riscuotere grande successo e costituisce, secondo Lanvin Group, una nuova leva di crescita per Wolford.
 
La società prevede per il 2022 “risultati ancora migliori, supportati dai solidi fondamentali del mercato europeo e dall'accelerazione delle dinamiche nei mercati nordamericani e asiatici. Il gruppo sta inoltre cercando di trarre vantaggio dai suoi partner strategici e da nuovi partner per sfruttare il potenziale di crescita di nuovi mercati, tra cui il Medio Oriente e il Sud-Est asiatico, e acquisire attività che ne completino il portafoglio di marchi esistente”, ha affermato Joann Cheng, CEO del gruppo.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.