Lalique vuole rafforzarsi nei profumi

Nell’esercizio 2018, Lalique ha realizzato un giro d’affari di 136,4 milioni di euro, in crescita del 6%. L’EBIT del gruppo svizzero del lusso, che opera nell’hôtellerie, nella cristalleria, ma anche nella profumeria, si è attestato a 6,1 milioni di euro, accusando un ribasso del 19%, così come l’utile netto, pari a 5,2 milioni di euro contro i 6,9 milioni dell’anno precedente. Tali flessioni riflettono i diversi investimenti effettuati da Lalique nel corso dell’esercizio, in particolare l’acquisizione del 50% del capitale di The Glenturret, la più antica distillerie scozzese di whisky single malt.

Il profumo Satine di Lalique - DR

Per quanto riguarda il business beauty, che comprende i brand di profumi Lalique, Jaguar, Grès, Bentley, Samouraï e Alain Delon, oltre che il marchio di solari Ultrasun e Lalique Beauty Services, società basata in Francia specializzata nel riempimento di flaconi e nella logistica, i trend sono contrastanti.
 
I profumi Lalique, che rappresentano il 16% dei ricavi del gruppo, hanno registrato un aumento delle vendite dell’11% rispetto all’anno precedente, grazie soprattutto alle buone performance in Medio Oriente, Stati Uniti, Russia e Cina. La licenza dei profumi Jaguar ha ottenuto un giro d’affari di 22,2 milioni di euro, in rialzo del 2%, con un leggero rallentamento della crescita dovuto a un aumento dei prezzi negli Stati Uniti. Ultrasun, il cui giro d’affari si è attestato a 17,4 milioni, ha messo a segno una crescita del 34% grazie a un ampliamento della distribuzione nelle farmacie e nei drugstore. I profumi Grès, Bentley e Samouraï, invece, sono tutti in ribasso.
 
Nonostante i risultati nella profumeria siano contrastanti, Lalique intende estendere la sua attività in quest’ambito tramite l’acquisizione di piccoli brand. Lo scorso ottobre, Silvio Denz, Presidente del CdA e azionista di maggioranza della società, aveva dichiarato all’AFP: “Cerchiamo delle eccellenze con margini interessanti”. E se ad oggi ancora non è stato ufficializzato nulla, in occasione dell’annuncio dei risultati finanziari il gruppo Lalique ha dichiarato che sta attualmente portando avanti “negoziazioni con due marchi del lusso finalizzate a una licenza nella profumeria”.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

BellezzaArte della tavolaBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER