×
1 117
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Visual & Sales Account Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Product Marketing Coordinator - Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Wholesale Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Product Manager Accessori
Tempo Indeterminato · TREVISO
DELL'OGLIO
Sales Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CLARKS - ASAK & CO. S.P.A.
Addetta/o Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · BUSSOLENGO
RANDSTAD ITALIA
Coordinator Ufficio Commerciale & Marketing
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Autista di Direzione (Driver)
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 mar 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lacoste: benvenuti da Monsieur René e Madame Simone

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 mar 2020

L’ultima collezione della griffe parigina ruotava interamente intorno a Simone Lacoste. Una sfilata mista che la moglie del fondatore avrebbe sicuramente apprezzato molto.

Lacoste - Autunno-Inverno 2020 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


“Poche persone sanno che Simone è stata lei stessa una campionessa a tutti gli effetti. Ma una campionessa di golf, non di tennis come suo marito René”, ha ricordato Louise Trotter nel backstage del défilé. Abbastanza logicamente, la collezione ha quindi riunito elementi stilistici di golf e tennis — invece, la sfilata si è svolta su un campo da tennis coperto.
 
I riferimenti al golf hanno attraversato l’intera collezione: canotte in maglia di mohair per partite di golf primaverili, berretti da caddie per giocare al crepuscolo, camicie con colletti cubani in cotone a quadri, scarpe con nappe e blazer da campione golfistico, ma realizzate in un verde molto più chiaro di quelle del famoso Augusta National Golf Club.

“Spesso, nelle relazioni di coppia, uno prende il sopravvento sull’altro. Invece, René e Simone si completavano davvero armoniosamente”, ha aggiunto Louise Trotter.
 
Le migliori idee della direttrice artistica della firma transalpina di moda e sportswear si sono espresse al meglio nei suoi meravigliosi cappotti — dai soprabiti da guardiano notturno in pelle colorata agli impermeabili gialli. Notevoli anche i pantaloni da tuta con strisce laterali, e i trench tagliati con flessibilità e morbidezza. Cappotti e giacche erano spesso confezionati in jersey, a dare un'impressione generale di comfort ed eleganza.
 
La stilista britannica ha avuto l’intelligenza di vivacizzare l’emblema iconico di Lacoste, instancabilmente posto al centro di ogni sfilata: il coccodrillo — a volte applicato su un montgomery, a volte sproporzionatamente ingrandito su una magnifica camicia di seta stampata bianca. Non mancava la famosissima polo di René, declinata in una vasta gamma di colori, ma in questa stagione lavorata a maglia, in un jersey doppio.

Lacoste - Autunno-Inverno 2020 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


“L'aspetto non cambia, ma quando lo indossi la sensazione è davvero diversa”, ha spiegato Louise Trotter, prima di ricordare il ruolo dello stesso René Lacoste nello sviluppo di questa leggendaria camicia in piquet di cotone. “Sin dal lancio del suo marchio, René pensava al comfort e alla performance. Oggi il lusso è il comfort”.
 
Insomma, niente di veramente rivoluzionario, ma una proposta convincente, presentata davanti a un'impressionante prima fila di ospiti, un bel mix di atleti di alto livello, musicisti e attori.
 
In passato, Lacoste ci ha abituato a campagne popolate da modelle caucasiche con colletti inamidati, in una visione che aveva più a che fare con la Francia degli anni '50. Ben lontana dalla realtà dei migliori atleti d’alto livello che oggi impressionano il pubblico – in particolare nella squadra francese. Da alcune stagioni, invece, Lacoste adotta un'immagine molto più inclusiva, che si è riflessa nella composizione del pubblico della sua sfilata.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.