×
1 361
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace Manager (Farfetch)
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace / Multichannel Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Menswear Brand Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Expansion Manager Nord
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Digital Customer Care Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Estero Brand Fashion Premium
Tempo Indeterminato ·
STROILI
Category Manager
Tempo Indeterminato · ASSAGO
Pubblicità
Di
Adnkronos
Pubblicato il
9 nov 2008
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Labbra a canotto e seni XXL: a sud spopola il ritocco barocco

Di
Adnkronos
Pubblicato il
9 nov 2008

Roma, 7 nov. (Adnkronos Salute) - Labbra a canotto, seni alla Pamela Anderson, zigomi tondi come mele renette. Il 'ritocco barocco' spopola al Centro-Sud d'Italia e cattura soprattutto donne avanti con gli anni, attratte dagli eccessi e destinate a non arrendersi ai segni del tempo davanti allo specchio.


Foto: AFP

Roma, su questo fronte, la fa da padrona: spetta senz'altro alla Capitale il primato barocco della chirurgia plastica. Più sobrio il Nord, contenuto e misurato. Nel settentrione, infatti, a una sesta di seno si preferisce una terza abbondante, a un naso alla Janette Jackson un profilo alla Juliette Binoche.

A tracciare la mappa del ritocco sfarzoso e rococò è Pietro Lorenzetti, direttore scientifico del Villa Borghese Institute di Roma, chirurgo plastico e docente all'università Cattolica di Porto Alegre, in Brasile, nel corso di un incontro, oggi nella Capitale, dal titolo 'La donna, la bellezza'. Roma capitale del 'ritocco barocco', dunque.

Ma si difendono bene anche Napoli e la Sicilia, mentre al Nord l'unica Regione dove ancora spopolano seni XXL e labbra piene e turgide è l'Emilia Romagna. "Dalla Toscana in su - spiega Lorenzetti - torna di moda la sobrietà, con un ritocco di gran lunga più naturale". E l'esperto, quanto ad eccessi, bacchetta i colleghi, spesso complici di metamorfosi caricaturali.

"Dobbiamo fare una riflessione - afferma rivolgendosi all'intera categoria dei bisturi della bellezza - e chiederci, nonché far notare alle donne che si rivolgono a noi, se una bella ragazza di 18 anni ha forme così eccessive. Dobbiamo essere educatori, ed elargire consigli a piene mani alle nostre pazienti. Spiegare che alcune rughe di espressione sono naturali e vanno lasciate così come sono, senza cercare di cancellare ad ogni costo i segni del tempo, finendo così per assumere un aspetto estremamente finto."

La verità - aggiunge con una stilettata ai colleghi dal bisturi barocco - è che 'riempire' è molto facile, e spesso non si ha tempo per confrontarsi e parlare col paziente. Bisogna invece ispirarsi alla sobrietà, ai canoni classici della bellezza, evitando di intervenire con superficialità".

Del resto la maggior parte delle donne italiane, secondo i dati di uno studio Censis presentati oggi per l'occasione, si piacciono per quel che sono (40,9%) o si apprezzano abbastanza, anche se ci sono alcune cose del loro aspetto che vorrebbero poter migliorare (43,7%). Non sembrano, inoltre, simpatizzare granché per il ritocco, apparentemente impermeabili al fascino della chirurgia plastica ed estetica.

"Ma attenzione - avverte Lorenzetti intervenendo su quest'ultimo punto della ricerca - la quasi totalità delle italiane nega di essersi sottoposta a un intervento di questo tipo. Non amano sbandierare il ritocco ma preferiscono nasconderlo". E labbra a canotto e seni extralarge rendono sicuramente più ardua l'impresa: un altro aspetto da tenere in debita considerazione.

Copyright © 2021 AdnKronos. All rights reserved.