×
1 455
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

La stagione parigina del prêt-à-porter accoglie otto nuovi brand

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 25 lug 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La prossima stagione autunnale delle sfilate e presentazioni francesi di abbigliamento prêt-à-porter accoglierà otto nuovi marchi, tre dei quali sfileranno in passerella, nel calendario di nove giorni che inizierà lunedì 23 settembre.

Kimhekim


Tuttavia, il debutto più atteso della stagione (Guillaume Henry per la maison Patou) non sarà uno show in passerella, perché il marchio ha optato per una semplice presentazione. Patou è sostenuto dal gigantesco conglomerato francese del lusso LVMH (Moët Hennessy – Louis Vuitton), il cui presidente e patron Bernard Arnault è noto per apprezzare molto le principali sfilate di moda.
 
Il programma, che è stato pubblicato giovedì pomeriggio dalla Fédération de la Haute Couture et de la Mode (l’organo di governo della moda francese), rimane fedele alla radicale revisione dei maggiori show avvenuta nella stagione precedente nel febbraio di quest'anno.

Tra quelli più importanti ci sono due nuovi iscritti nel calendario ufficiale il giorno d’apertura, il lunedì sera. La stagione inizierà infatti con Mame Kurogouchi, talentuosissima designer giapponese che ha già messo in scena due presentazioni fuori calendario acclamate per la loro languida eleganza. La sfilata sarà seguita da quella di Kimhékim, un'etichetta disegnata dall'ex collaboratrice di Balenciaga Kiminite Kimhékim.
 
Ci si aspetta una grande affluenza anche al défilé di mezzogiorno di martedì 1 ottobre, quello di Kwaidan Editions, brand degli stilisti londinesi Léa Dickely e Hung La. I due erano finalisti al premio di moda dell’ANDAM di quest'anno, e il loro arrivo rappresenta un altro fiore all'occhiello per la Francia, che soffia a Londra un’altra casa di moda di qualità d’oltremanica.

Foto: Kwaidan Editions


Ad unirsi a Patou nel programma delle presentazioni ufficiali c’è anche Coperni, l'elegante etichetta creata da Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant, che l’hanno rilanciata dopo la loro improvvisa partenza da Courrèges nel 2017. Un altro vincitore del concorso dell’ANDAM, Nicolas Lecourt Mansion, cui è stato assegnato il Creative Label Prize, metterà in scena una presentazione, come Calvin Luo, in arrivo da New York.
 
Tutto sommato, sono attualmente elencate 77 sfilate nel “calendario provvisorio”, sebbene la Fédération abbia anticipato che vi potrebbero essere ancora dei cambiamenti nelle prossime settimane, quando vengono decise all’ultimo minuto le location di alcuni show.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.