×
1 711
Fashion Jobs
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
MIRA GROUP SRL
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · POGGIOMARINO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo/Contabile
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 feb 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La Settimana della Moda di Milano si aprirà con il collettivo “Black Lives Matter in Italian Fashion”

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 feb 2021

Cinque stilisti del collettivo “Black Lives Matter in Italian Fashion” apriranno con le loro collezioni Autunno-Inverno 2021/22 la settimana milanese della moda donna, in programma dal 23 febbraio all’1 marzo, un evento in gran parte virtuale a causa della pandemia. Il progetto è stato lanciato nel corso dell’ultima Fashion Week di Milano dello scorso settembre, dove era stato relegato alla fine della manifestazione. In questa stagione, invece, sarà il primo incontro del programma di sfilate, che inizia il 24 febbraio, posizionandosi subito dopo l'omaggio reso a Beppe Modenese, ex presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) deceduto in novembre.

Tra i 5 stilisti selezionati c'è la designer Fabiola Manirakiza, originaria del Burundi - frida-kiza.com


“È eccezionale, è un segnale molto forte da parte della Camera della Moda Italiana. Siamo noi a fare tendenza”, ha detto giovedì all'agenzia AFP Michelle Ngonmo, cofondatrice del collettivo al fianco degli stilisti Stella Jean ed Edward Buchanan. Tuttavia, “è stata una dura battaglia” prima di riuscire “a superare la riluttanza della Camera a facilitarci l'accesso alla Fashion Week. Ora la CNMI è pronta ad ascoltarci”, ha raccontato.
 
In questa stagione sfilano gli stessi cinque designer che avevano presentato le loro collezioni a settembre. Si tratta della camerunense Joy Ijeoma Meribe con la sua label Modaf Designs, del marocchino Karim Daoudi, di Claudia Gisèle Ntsama, originaria della Nigeria, col suo brand Gisfab, di Fabiola Manirakiza del Burundi, fondatrice della casa di moda Frida-Kiza e del senegalese Pape Mocodou Fall, alias Mokodu, il nome che ha dato al suo marchio. Questi stilisti presenteranno nuovamente il loro lavoro attraverso un video, intitolato come la volta precedente “We are made in Italy - The Fab Five Bridges Builders”.

L'Italia ha 450 stilisti neri che “si sono sentiti discriminati per il colore della loro pelle, molti dei quali sono emigrati a Londra, Parigi o Pechino”, sostiene Michelle Ngonmo. Nel 2015, questa attivista nata in Camerun aveva fondato la Afro Fashion Week, organizzata una volta all’anno a Milano. “Per cinque anni ci siamo scontrati con un muro di silenzio quando bussavamo alla porta della CNMI, ma ora ne siamo parte integrante, senza perdere la nostra identità”, dice. “Facciamo parte del Made in Italy, produciamo in Italia, non in Africa”, sottolinea.
 
La Camera Nazionale della Moda Italiana aiuta i designer provenienti dall’immigrazione e residenti in Italia “a realizzare le loro collezioni in un momento difficile”, ha affermato alla stampa il presidente dell’organismo, Carlo Capasa. L'organizzazione finanzia parzialmente le loro collezioni e li mette in contatto con aziende tessili o calzaturiere che concedono loro degli sconti.

con AFP 

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.