×
1 653
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

La Perla: l'11 ottobre nuovo summit in Regione per decidere su ammortizzatori sociali

Pubblicato il
today 9 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Nuovo round in Regione per il futuro di La Perla. Per venerdì 11 ottobre è convocato in viale Aldo Moro, a Bologna, il tavolo istituzionale per le procedure amministrative per lo storico marchio di lingerie. Il ministero dello Sviluppo economico ha aggiornato i lavori del tavolo di crisi per permettere le verifiche tecniche necessarie ad attivare gli ammortizzatori sociali con il ministero del Lavoro.

@laperla


L'8 ottobre, a Roma, al tavolo ministeriale, azienda, sindacati e Regione si sono presentati con il verbale di pre-intesa sottoscritto la scorsa settimana in viale Aldo Moro, in cui si chiedeva l'attivazione della cassa integrazione straordinaria per scongiurare i 126 esuberi dichiarati in estate dalla proprietà del marchio.

La proposta individuata in sede regionale presenta però delle criticità tecniche sul possibile impiego di alcune tipologie di ammortizzatori sociali che erano state individuate. A tal riguardo, è stato avviato un confronto costruttivo con il ministero del Lavoro per individuare quali strumenti siano più funzionali ad accompagnare i lavoratori e l'azienda al superamento della crisi dichiarata. 

All'incontro romano, insieme ai vertici dell'azienda e ai sindacati di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil, erano presenti la Regione Emilia-Romagna, con l'assessore alle Attività produttive, Palma Costi, e l'assessore al lavoro del Comune di Bologna, Marco Lombardo, oltre al vicesindaco della Città metropolitana di Bologna, Fausto Tinti.

''L'impegno della Regione prosegue. Continueremo”, ha dichiarato l'assessore Costi, “a fare la nostra parte per difendere occupazione e produzione. In ballo con i posti di lavoro c'è anche la difesa di un marchio storico, simbolo del Made in Italy della moda''.

"È fondamentale che l'azienda lavori a un piano industriale chiaro che abbia alla base la salvaguardia dei lavoratori interessati e delle produzioni in essere nel nostro Paese, con l'obiettivo del rilancio di un marchio italiano importante e di riferimento nel settore". ha affermato il vice cabinetto del ministero dello Sviluppo economico, Giorgio Sorial.

Il management ha confermato che i nuovi proprietari dell'azienda, la Sapinda Holdings, puntano sulla valorizzazione di questo marchio storico attraverso il riposizionamento nel settore della lingerie di lusso dei prodotti La Perla. La recente quotazione dell'azienda alla borsa di Parigi, dove sono già presenti i grandi marchi del lusso, rappresenta un tassello importante di questa strategia.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.