×
1 435
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato · MILANO
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
3 lug 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La Perla: fumata nera al tavolo di crisi in Regione

Di
Ansa
Pubblicato il
3 lug 2019

Fumata nera al tavolo di crisi su La Perla in Regione Emilia Romagna, dove rappresentanti dei lavoratori hanno incontrato per circa tre ore l'AD, Pascal Perrier, alla presenza degli enti territoriali. "L'azienda ci ha comunicato il rifiuto sia al ritiro del licenziamenti sia alla sospensione della procedura che riguarda il futuro di questi 126 lavoratori", ha detto al termine del summit Sonia Paoloni, segretaria nazionale della Filctem-Cgil, sintetizzando la situazione.

L'incontro in Regione tra i vertici dell'azienda e le parti sociali


Continua dunque la crisi dello storico marchio della lingerie di lusso, dopo che la scorsa settimana il gruppo, controllato dalla società d'investimento olandese Sapinda Holdings che rilevò La Perla circa un anno fa, ha comunicato l'intenzione di procedere a dichiarare un esubero di personale, impiegato a Bologna, pari a 100-120 unità. "Si tratta di un intervento che inspiegabilmente, su 1.200 dipendenti nel mondo, sceglie di eliminare cento persone a Bologna, più della metà delle aree di campionario, dove risiede il 'know how', il saper fare, del prodotto leader del mercato dell'intimo e della corsetteria", ha detto il segretario della Cgil Maurizio Landini.

"Il sospetto”, ha aggiunto Paoloni, “purtroppo sempre di più evidente, è che l'operazione di acquisizione dell'azienda di un anno fa sia stata solo una mera operazione di finanza speculativa". Per l'assessore regionale alle attività produttive, Palma Costi, uno spiraglio ancora c'è: "La partita è estremamente in salita, ma lotteremo fino in fondo. La porta non è ancora chiusa, prosegue il confronto con azienda ma i licenziamenti vanno ritirati", ha detto.

Proprio all'esterno dell'assessorato dove si è tenuta la riunione, le lavoratrici dello stabilimento bolognese, in larghissima parte infatti sono donne, hanno dato vita a un presidio, con cartelli, bandiere e striscioni. Per domani, intanto, i sindacati territoriali Filctem-Cgil, Femca Cisl e Uiltec-Uil hanno indetto una nuova assemblea per proporre "la continuazione e l'intensificazione delle iniziative sindacali". Mentre a livello nazionale le stesse sigle chiederanno l'apertura del tavolo al Mise.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.