×
1 325
Fashion Jobs
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
Di
Ansa
Pubblicato il
31 ott 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La Perla, c'è l'accordo su ammortizzatori e incentivi all'esodo

Di
Ansa
Pubblicato il
31 ott 2019

Le 126 lavoratrici a rischio esubero dello stabilimento La Perla di Bologna (dove in totale lavorano circa 500 persone) possono tirare un respiro di sollievo. Dopo un'estate passata all'insegna di proteste e incontri per fermare la procedura di mobilità avviata dall'azienda di lingerie con sede a Bologna, almeno per questa azienda l'autunno ha portato una notizia positiva: dopo un lungo confronto è stata trovata un'intesa che apre la strada della Cassa integrazione guadagni straordinaria e degli incentivi all'esodo.

@laperla


La regione Emilia-Romagna, coinvolta nell'accordo, si è impegnata attraverso l'agenzia regionale per il Lavoro a mettere in campo azioni e misure di accompagnamento al lavoro per le lavoratrici e per la ricollocazione. "Abbiamo preso una decisione di grande responsabilità. La Regione è pronta”, ha commentato l'assessore regionale alle attività produttive, Palma Costi, “a mettere in campo azioni e misure mirate rivolte alla ricollocazione delle lavoratrici che ne avranno bisogno".

Quello sulla vertenza La Perla è un accordo "che chiude un periodo di grande sofferenza vissuto dai lavoratori, molti dei quali sono donne e madri", ha aggiunto la sottosegretaria al lavoro e alle politiche sociali, Francesca Puglisi, spiegando che l'intesa riguarda complessivamente 65 dipendenti del sito di Bologna, impegnati nelle linee 'uomo' e 'ready to wear'.

La cassa integrazione è stata accordata dal 1 novembre al 31 dicembre 2019 fermo restando, in capo all'azienda e alle organizzazioni sindacali, l'interesse a far proseguire il percorso fino al completamento dei prossimi dodici mesi.

La regione Emilia-Romagna ha garantito anche l'attivazione di una serie di strumenti di politiche attive, mentre i sindacati di settore - Filctem Cgil Femca Cisl e Uiltec Uil - si sono mostrati soddisfatti dell'intesa, soprattutto per aver evitato un intervento di riduzione dell'occupazione e delle professionalità che metteva in discussione la sopravvivenza della realtà produttiva di Bologna.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.