×
1 615
Fashion Jobs
AMINA MUADDI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Responsabile Avanzamento Campionario
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Leather Goods Merchandising Senior Manager
Tempo Indeterminato ·
DELL'OGLIO
HR Generalist
Tempo Indeterminato · PALERMO
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Adnkronos
Pubblicato il
22 nov 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La moda del futuro sarà 'washable'. E i capi di alta moda lavabili in lavatrice

Di
Adnkronos
Pubblicato il
22 nov 2013

I tessuti non si limitano più all’aspetto puramente estetico ma sono sempre più sensoriali. La creatività e la ricerca stanno portando ad un nuovo modo di interpretare la moda, realizzando capi che accostano diversi materiali combinando tra loro fibre naturali e sintetiche. Lo ha affermato Philippe Pasquet, CEO di Première Vision, Salone del Tessile e dell’abbigliamento di Parigi che anticipa le tendenze della moda a livello internazionale, secondo cui scienza e tecnologia saranno sempre più al servizio della moda.

La moda del futuro sarà 'washable'


Il 21 novembre il colosso mondiale P&G ha annunciato la firma di un accordo con la filiera di operatori ed esperti della moda che darà avvio ad uno studio congiunto sui nuovi tessuti e la loro cura. Il team di esperti che collabora con P&G Fabric Care è composto da Giles Deacon, stilista britannico e primo consulente fashion globale del progetto, Louise Wilson, docente della scuola di moda e di design di Londra che tra i suoi allievi ha avuto anche Alexander Mc Queen, Gianluca Longo, giornalista di moda, Shoeller, partner per i tessuti, dagli specialisti in ricerca tessile dell’Insitut Francais du Textile et de l’Habillement e da Première Vision.

Quella sulla cura dei tessuti è una sfida che P&G ha intrapreso già da tempo con il progetto P&G Future Fabrics che, attraverso alcuni dei propri brand come Ariel, Dash e Lenor, in otto anni ha coinvolto più di cento ricercatori e oltre cinquanta brevetti e che ha portato alla creazione di un prodotto per il lavaggio e la cura dei capi più delicati e preziosi, come quelli di alta moda.

‘Dash Pods - Tre in uno’, questo il nome del prodotto che è stato presentato, in anteprima, nel corso di un incontro che si è tenuto a Milano, agisce direttamente sulle fibre, attraverso l’azione purificante ottenuta dal rilascio controllato di particolari ingredienti separati tra loro da un sottile film idrosolubile, e si prende cura dei capi, preservandone la brillantezza. "I tessuti – spiega la responsabile comunicazione P&G Francesca De Palma - sono sempre più lavabili e per noi è estremamente importante essere all’avanguardia secondo le esigenze dettate dalla moda. Per questo - continua - ci siamo resi conto dell’importanza di lavorare fianco a fianco con l’industria della moda per capire quali sono le nuove tendenze, e tenendo conto del parere dei consumatori per capire quali sono le esigenze più comuni nel prendersi cura dei capi".

Lo studio che ha portato alla realizzazione del prodotto ha coinvolto più di cinquemila consumatori, con interviste e sondaggi, e un team internazionale di oltre cento ricercatori, allo scopo di creare un prodotto capace di sconfiggere la cosiddetta 'ansia da primo lavaggio’.

Nel corso dell'incontro, Giles Deacon ha presentato poi la sua ‘Washable Collection’, una collezione realizzata in esclusiva per P&G Future Fabrics, che all’unicità dei capi di alta moda unisce la praticità dei tessuti lavabili in casa. ‘’Attraverso la collaborazione con gli esperti di P&G Fabric Care – afferma Deacon – ho imparato che i consumatori vogliono che i loro vestiti sembrino nuovi il più a lungo possibile. Per la ‘Washable Collection’ ho creato qualcosa di sorprendente, utilizzando capi d’abbigliamento che non ci si aspetta possano essere lavati in lavatrice, come gli abiti da sera, accostati a tessuti di design. Voglio – ha concluso - sfidare i preconcetti di come deve apparire un capo lavabile in lavatrice’’.

Copyright © 2021 AdnKronos. All rights reserved.