×
1 743
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 giu 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La francese FHCM lancia due strumenti digitali per misurare l'impatto ecologico

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 giu 2021

La Fédération de la Haute Couture et de la Mode (FHCM), l'organismo che guida la moda francese, ha svelato due nuovi dispositivi digitali progettati per consentire alle case di moda che parteciperanno alla prossima stagione delle passerelle di moda femminile di settembre di misurare il loro impatto sull’ambiente.

Gli strumenti digitali saranno operativi in tempo per la settimana della moda autunnale di questo 2021 - Shutterstock


La federazione con sede a Parigi ha ingaggiato la società di consulenza internazionale PricewaterhouseCoopers (PwC) per sviluppare i due strumenti, in parte finanziati dal DEFI, il gruppo semi-statale francese di sostegno alla moda. Entrambi saranno pienamente operativi per la Paris Fashion Week del prossimo autunno, che si svolgerà da lunedì 27 settembre a martedì 5 ottobre.
 
Un primo elemento offre a ciascuna casa di moda partecipante la possibilità di calcolare a monte dell'organizzazione del proprio evento - che si tratti di sfilata o di presentazione dal vivo o in showroom - la migliore scelta di fornitori di servizi per ridurre il proprio impatto ambientale e ottimizzare l'impatto sociale della propria esperienza.

PwC ha unito le competenze dei suoi team di sviluppo sostenibile, e di quelli di analisi dei dati e del PwC Experience Center, lavorando a stretto contatto con la FHCM. L'obiettivo: calcolare 120 KPI di dati quantitativi e qualitativi delle maison.
 
A Parigi, il comitato direttivo della Fédération comprendeva il produttore di show Bureau Bétak, l'agenzia di stampa DLX e il Palais de Tokyo, dove l'organizzazione mette in scena Sphere, il suo incubatore di talenti alle prime armi. Il consiglio d’amministrazione della federazione è composto da alti dirigenti delle principali potenze della moda in Francia, come LVMH, Kering, Chanel e Hermès

La prossima settimana della moda della città sarà a giugno, per il menswear, e avrà in agenda pesi massimi come Louis Vuitton, Dior e Yohji Yamamoto. Foto:Dior - Autunno-Inverno 2021 - Menswear - Parigi - © PixelFormula


“Tutti gli stakeholder dell'ecosistema sono stati coinvolti nel suo sviluppo: case di moda di ogni dimensione, studi di produzione, agenzie di stampa e comunicazione, agenzie di modelle, i principali luoghi in cui si svolgono gli eventi della Paris Fashion Week, istituzioni. È stato sviluppato nel 2020, testato all'inizio del 2021 e sarà pienamente operativo a settembre 2021", ha dichiarato in un comunicato la federazione, che è guidata dal suo vicepresidente esecutivo, Pascal Morand.
 
Morand ha svelato il progetto venerdì 4 giugno, alla vigilia della Giornata Mondiale dell'Ambiente, facendo di Parigi la prima capitale dell’universo fashion ad offrire questo tipo di servizio alle case di moda. In tutto, circa 80 maison allestiranno sfilate, presentazioni, eventi phygital o fashion video durante la stagione della moda nella Ville Lumière del prossimo autunno.
 
Le settimane della moda di tutto il mondo sono diventate sempre più consapevoli del loro impatto ambientale, visto anche come migliaia di loro partecipanti (modelli, fotografi, parrucchieri e truccatori, giornalisti di riviste, influencer e buyer) volino in ognuna delle quattro grandi capitali internazionali – Londra, Milano, New York e Parigi – e viaggino incessantemente tra un evento e l'altro in intensissime giornate di 12 ore lavorative.
 
L'altra novità è uno strumento volto a consentire alle aziende di moda di supportare l'eco-design delle loro collezioni misurandone l'impatto ambientale e sociale sull'intera catena del valore industriale.

Louis Vuitton - Autunno-Inverno 2021 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Progettato in collaborazione con l'Institut Français de la Mode, la principale scuola di moda della città, lo strumento è stato testato insieme a diversi marchi offertisi volontari prima della sua distribuzione. Ancora una volta, PwC ha unito le competenze dei suoi team di sviluppo sostenibile, di quelli di analisi dei dati e del PwC Experience Center. Il suo comitato tecnico è composto dal DEFI, dalla Fédération Française du Prêt-à-Porter Féminin, dalla Fédération de la Maille, de la Lingerie et du Balnéaire, dall’Alliance du Commerce, da Première Vision, e da ReFashion, Création & Image, IFTH, CETI e COFREET. È in sviluppo dall'inizio del 2021, in questo mese di giugno è in fase di test e sarà pienamente operativo a settembre.
 
Inoltre, dal 2019 la federazione si è impegnata attivamente per rendere la Paris Fashion Week e la stagione della Haute Couture della città a zero emissioni di carbonio in termini di trasporti. Da gennaio 2020, la federazione ha utilizzato una flotta di automobili del marchio DS a emissioni zero come mezzi di trasporto ufficiali della sua stagione di défilé, mentre la flotta di bus navetta e scooter della Paris Fashion Week è completamente elettrica.
 
Per ridurre gli spostamenti all'interno della città, la federazione ha contribuito a creare uno spazio condiviso all'interno del Palais de Tokyo che ospita oltre una dozzina di eventi in ogni settimana della moda. Ciò continuerà nel settembre 2021. I rifiuti del Paris Fashion Week Centre al Palais de Tokyo vengono poi riciclati e recuperati al 100%.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.