×
1 475
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

La Fashion Week di Milano sostiene i giovani designer

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
today 4 feb 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Largo ai giovani! In occasione della fashion week femminile di Milano, che debutterà il prossimo 19 febbraio, un posto importante sarà riservato ai nuovi talenti, sia nel calendario ufficiale che, in parallelo, attraverso numerose iniziative mirate. Un supporto importante, come dimostra la serata di gala che chiuderà Milano Moda Donna, il 25 febbraio, interamente dedicata ai giovani designer.

La giapponese Chika Kisada torna sulle passerelle milanesi supportata dalla Camera della Moda - © PixelFormula


“Questa stagione il calendario è davvero molto ricco, con tanti nuovi nomi italiani e internazionali. C’è un forte sostegno nei confronti dei giovani”, ha sottolineato Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI). L’ente che dirige la moda italiana ha sempre permesso a una selezione di nuovi brand di sfilare durante la fashion week. A ciò si aggiunge per questa stagione il supporto del CNMI Fashion Trust, un’entità senza fini di lucro della Camera italiana, finanziata da un gruppo di filantropi e imprenditori, creata la scorsa estate per accompagnare i talenti più promettenti del made in Italy attraverso un programma di tutorship.
 
Il CNMI Fashion Trust sosterrà in particolare lo show di Act n°1, il brand di Luca Lin e Galib Gassanoff, vincitori del concorso Who is on next? 2017, che hanno fatto il loro debutto sulle passerelle milanesi lo scorso settembre, e la primissima sfilata nel calendario milanese di Marco Rambaldi, martedì 21 febbraio. Lo stilista italiano di 28 anni, originario di Bologna, si è fatto notare quattro anni fa quando ha lanciato il suo marchio di prêt-à-porter donna, vincendo il concorso Next Generation 2014 organizzato da Camera Moda.

Marios è un altro brand che debutterà in passerella grazie al sostegno di CNMI. Fondata nel 2002 dal cipriota Mayo Loizou e dal polacco Leszek Chmielewski, la griffe femminile, che ha sempre coltivato un legame importante con il mondo artistico, non è al suo debutto, ma si trova al momento in una fase di rilancio grazie all’arrivo di un nuovo partner.
 
CNMI promuove anche le sfilate della giapponese Chika Kisada e del brand milanese Ultràchic, così come la presentazione di Gilberto Calzolari, vincitore del premio Franca Sozzani per il designer emergente nell’ambito degli Oscar della moda ecologica Green Carpet 2018, e di Tiziano Guardini, vincitore dell’edizione Green Carpet 2017.

Il giovane designer Marco Rambaldi sfilerà per la prima volta a Milano - marco-rambaldi-f3dl.squarespace.com


Ma non è tutto. In questa stagione, una grande enfasi sarà data alle iniziative parallele dedicate alle giovani leve grazie a Fashion Hub, dal 20 al 24 febbraio, aperto al pubblico (su prenotazione). L’iniziativa, ospitata presso lo Spazio Cavallerizze, che accoglie già numerose sfilate, realizzerà anche delle conferenze e l’ottava edizione del Fashion Hub Market, permettendo ai brand emergenti di presentare le loro collezioni. Per febbraio sono stati selezionati 12 nomi: 16R Firenze, Andrea Mondin, Angelia Ami, Ara Lumiere, Chakshyn, Dhruv Kapoor, Federico Cina, Kartikeya, Moon Choi, Moon J, Retropose e Rowen Rose.
 
“Il nostro Fashion Trust organizzerà una giornata speciale per promuovere questi giovani, dando la possibilità a pubblico e buyer di fare degli ordini. Sarà dato spazio anche alla creatività di Ungheria e Cina. Inoltre saranno presenti tre vincitori del premio Woolmark 2018-19, che saranno svelati a Londra il 16 febbraio”, ha aggiunto Capasa.
 
Lo scorso settembre, infatti, CNMI ha siglato un accordo con The Hungarian Fashion & Design Agency, dando la possibilità a otto brand ungheresi di presentare il loro lavoro alla fashion week di Milano presso il Fashion Hub. Si tratta di Abodi, Artista, Celeni, Cukovy, Elysian, Je Suis Belle, Tomcsányi e Zsigmond Dora Menswear.
 
Inoltre, nell’ambito di un progetto con la città cinese di Xi’An e il Xi’An International Fashion Town, sempre all’interno di Fashion Hub saranno esposte le creazioni di sette designer emergenti di questa regione: Scale 79 Studio, Mukzin, Vmajor, Zynggati, Lanneret, Alexstorm e F/FFFFFF (gli ultimi due organizzeranno una sfilata congiunta).
 
In chiusura, il 24 febbraio, un altro appuntamento importante sarà la proclamazione di un premio speciale dedicato a uno dei giovani brand selezionati all’interno del Fashion Hub Market da parte della Camera Italiana dei Buyer.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.