La famiglia Miranda (Kocca) lancia il brand di menswear Vandom

Per una volta, l’uomo nasce da una costola della donna. La famiglia Miranda, che nel 1996 ha creato il brand femminile Kocca, ha presentato a Pitti Uomo 96 il nuovo marchio Vandom, dedicato a un uomo contemporaneo.

Vandom a Pitti Uomo 96
 
“È un ritorno alle origini, in realtà: la nostra azienda, infatti, è nata 30 anni fa con l’abbigliamento da uomo, sospeso poi con la nascita di Kocca per focalizzare le risorse sulla donna”, ha raccontato a FashionNetwork.com Domenico Miranda, Product Manager di Vandom. “Due anni fa abbiamo deciso di lanciare un marchio maschile, con un posizionamento medio-alto, iniziando col capospalla per arrivare al total look. Il nome fa riferimento alle iniziali dei componenti del mio nucleo familiare, Domenico, Anna e Andrea, mentre la V simboleggia il ‘via’ di una nuova partenza”.
 
Con la PE 2020 Vandom ha scelto il palcoscenico di Pitti per presentarsi sulla scena internazionale con una collezione di circa 80 capi. “Per questa stagione pensiamo di fare un’altra fiera all’estero, mentre a settembre parteciperemo a una manifestazione in Russia, uno dei mercati su cui stiamo puntando. Ci stiamo affacciando ora fuori dai confini nazionali, stiamo dialogando con un distributore giapponese e, per quanto riguarda l’Europa, miriamo in particolare a Spagna e Germania”.

Domenico Miranda, Product Manager di Vandom - Ph: Elena Passeri - FashionNetwork.com
 
In Italia Vandom è presente in boutique di fascia medio alta e conta su una rete di agenti specializzati nelle varie aree territoriali. La fascia prezzi al pubblico va da 280 a 390 euro per i capispalla, da 450 a 550 euro per gli abiti e da 99 a 180 euro per i pantaloni.
 
Vandom si rivolge all’uomo contemporaneo, ispirandosi alle tendenze smart casual del mercato e alla contaminazione tra classico e moderno. I tessuti, innovativi e performanti, provengono dall’outdoor e sono reinterpretati in ottica formale: tessuti bielastici con costruzione a maglia, membrane anti-vento, traspiranti e water-proof, ma soprattutto anti-piega, che permettono di arrotolare i capi anche in uno zaino. “Con la PE 2020 abbiamo inserito anche una capsule activewear, per un cliente più informale e sempre in movimento, che viaggia spesso”, ha aggiunto Miranda.
 
Il brand non si è ancora dato obiettivi precisi di fatturato, ma sicuramente “vogliamo perseguire una crescita omogenea e lenta, come già attuato con Kocca”, conclude l’imprenditore.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Collezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER