×
716
Fashion Jobs
NEIL BARRETT
IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CWF - CHILDREN WORLDWIDE FASHION
Wholesale Coordinator H/F
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Creative & Product Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Buyer Rtw Woman
Tempo Indeterminato · MILANO
METARISORSEUMANE
Junior Sales Manager B2B – Contract
Tempo Indeterminato · LIONE
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Business Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Emea Marketing Manager / Luxury Field / Milan
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Experience Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
11 giu 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La crisi sanitaria ha dimezzato le entrate di Guess nel primo trimestre

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
11 giu 2020

Il marchio di Los Angeles Guess ha reso noto mercoledì un calo del 51,5% del proprio fatturato netto nel primo trimestre, e prevede una contrazione “simile” nel secondo trimestre. Di conseguenza, il valore delle sue azioni è sceso di quasi il 12%.

Instagram: @guess


Nel corso del primo trimestre d’esercizio, conclusosi il 2 maggio 2020, la società ha ottenuto un fatturato netto complessivo di 260,3 milioni di dollari (circa 229,2 milioni di euro), in calo rispetto ai 536,7 milioni di dollari (472,4 milioni di euro) raccolti durante lo stesso periodo dell'anno fiscale precedente. A cambi costanti, la contrazione ha raggiunto il 50,1%.
 
È nel continente americano che Guess ha subito il calo maggiore delle vendite al dettaglio, scese del 57,7%, mentre le vendite all’ingrosso nella regione sono scese del 44%. I ricavi sono diminuiti del 52,6% in Asia, del 49,3% in Europa e del 31,3% nelle attività di licenze della società.

Dopo essere stato costretto a chiudere i propri negozi a causa della pandemia di Covid-19, Guess ha iniziato a riaprire alcuni punti vendita in Europa a metà aprile, e negli Stati Uniti e in Canada da maggio. Ora sono aperti 400 suoi negozi europei e 180 nordamericani, così come tutta la sua flotta di negozi in Asia.
 
Nel complesso, la perdita netta trimestrale del dettagliante statunitense ha raggiunto i 157,7 milioni di dollari (138,7 milioni di euro), pari a 2,40 dollari per azione diluita, contro la perdita netta di 21,4 milioni di dollari (18,8 milioni di euro), pari a 0,27 dollari per azione diluita, dello stesso periodo dell’esercizio precedente.
 
“La crisi del Covid-19 ha avuto un impatto significativo sulla nostra azienda, in particolare sulle operazioni e i risultati finanziari”, riconosce il CEO di Guess, Carlos Alberini, in un comunicato stampa. “Per il futuro, gli elementi essenziali della nostra strategia a lungo termine rimangono invariati. Rimaniamo concentrati sul miglioramento della nostra piattaforma omnicanale orientata al consumatore, e stiamo accelerando gli sforzi per ottenere efficienza nelle operazioni globali e semplificare la base dei nostri negozi”.
 
Secondo la società, le vendite nei suoi negozi riaperti in Europa e Nord America sono state “migliori del previsto”, con una produttività delle vendite che è stata del 75% circa negli Stati Uniti e in Canada e del 70% in Europa.
 
Ma Guess avverte che probabilmente le vendite del secondo trimestre subiranno un “calo simile a quello del primo trimestre”. Essendo ancora molto incerta l’evoluzione della pandemia, la società si astiene dal fornire stime finanziarie più precise.
 
Al fine di preservare il proprio flusso di cassa durante e dopo la crisi, l'azienda ha implementato diverse misure di riduzione dei costi: congedo di tutti i dipendenti dei suoi negozi e di gran parte dei suoi impiegati in Nord America, riduzioni salariali temporanee scaglionate, e differimento degli aumenti annuali legati al merito.
 
Guess ha anche ridotto il monte salari e sta lavorando per ridurre spese, costi di occupazione dei suoi negozi ed investimenti.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.