×
1 288
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
FOURCORNERS
Area Manager - Centro Italia
Tempo Indeterminato · ROMA
FOURCORNERS
Direttore Commerciale ww Borse
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
THE ROW
Women's And Men's Footwear Technician
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MALIPARMI
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MONZA
Di
Ansa
Pubblicato il
9 apr 2019
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La crisi del retail mette in ginocchio anche Debenhams

Di
Ansa
Pubblicato il
9 apr 2019

Continua la crisi fra le catene britanniche di retail. L'ultimo caso riguarda Debenhams, storico marchio di grandi magazzini specializzati in abbigliamento, articoli per la casa e mobili di design che il 9 aprile ha avviato la procedura verso l'amministrazione controllata.

Reuters


Incapace a ripianare i debiti, la società, fondata nel 1778, è passata formalmente nelle mani dei creditori - banche e fondi fra cui Barclays, Bank of Ireland, Silver Point e GoldenTree -, in attesa d'un pesante piano di ristrutturazione e di un'eventuale cessione.

Al momento i suoi 166 negozi, sparsi fra il Regno Unito e l'Irlanda, restano aperti, ma si prevede che almeno 50 vegano chiusi nel prossimo futuro, riferisce la BBC.

Il collasso - provocato come per altre catene da problemi gestionali, costi di esercizio e concorrenza delle vendite online - è arrivato dopo uno scontro fra gli azionisti attuali culminato nel rifiuto della maggioranza di accettare l'offerta di Mike Ashley, patron del gigante degli articoli sportivi Sports Direct, di rilevare un pacchetto di controllo.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.