×
1 782
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Head of Production
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Site Management Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising & Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
PATRIZIA PEPE
Digital Adversiting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Business Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
CONFIDENZIALE
IT Help-Desk
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
International Key Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
CRM Manager, Fashion Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 giu 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La collezione “God is Black” di Umit Benan apre Milano

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 giu 2018

È tornato. Umit Benan, il più famoso designer di moda maschile della Turchia, ha presentato la sua prima collezione in 18 mesi in un pranzo riservato agli addetti ai lavori nella sua nuova sede, dando il calcio d’inizio alla stagione di sfilate milanesi. Lo stilista ha svelato nuovi vestiti e una nuova strategia aziendale.

Umit Benan - "God is Black"


Un loft alla moda con foto giganti, ritratti di Umit e un giardino pieno di palme nel quale è stato servito un pasto italo-turco composto da spaghetti con un pot pourri di verdure levantine. Situato in Via Morimondo, strada pienissima di quartier generali di aziende della moda molto vicina ai Navigli di Milano.
 
Il fatto più importante è che Benan ha presentato dei bellissimi nuovi vestiti: pantaloni da pigiama in seta per gentiluomini a righe grandi; pantaloni per il judo di cotone spesso e giacche indossate con cinture di cuoio a contrasto; oppure ancora splendide camicie di cotone allungate a righe scure. Come quella indossata da Robert Rabensteiner – lo stylist di moda maschile più famoso d'Italia – mentre sorseggiava un Bloody Mary.

Dopo una breve pausa a casa sua ad Istanbul, il baffuto Benan è sembrato rinfrancato, riposato ed energico. Lo stilista era intento a fumare un sigaro toscano, mentre un selezionatissimo gruppo di appena dodici giornalisti di moda al top ispezionava la collezione.
 
Dopo che il successo lo ha issato alle stelle (nel suo percorso sono compresi la vittoria al premio del Pitti ‘Who Is On Next’ nel 2010; un momento memorabile come direttore creativo di Trussardi e una serie di sfilate straordinarie a Parigi), Benan si è preso una pausa dalla moda. La sua nuova linea è venduta esclusivamente online, senza vendite dirette a nessuna boutique trendy.

Umit Benan a Milano, giugno 2018 - Foto: FashionNetwork.com/ Godfrey Deeny


“Mi sentivo perso, ed ero continuamente sballottato qua e là dalle richieste contrastanti da parte degli addetti ai lavori o dei negozi e dai vincoli commerciali. Così ho fatto quasi 200 ore di terapia a casa. E ho trovato dio; lo spirito interiore dentro di me”, ha rivelato Benan.
 
Il punto di partenza della collezione, chiamata “God is Black Part 1”, è stato il copricapo kepiche i musulmani indossano per pregare nelle moschee, che è indossato anche dai modelli in un eccellente lookbook le cui immagini sono state scattate dall’artista dei tatuaggi e fotografo Simone Falcetta. Immagini che erano appese sul muro del giardino.
 
“Essere tornato a Milano stimola la mia creatività. È bellissimo essere qui”, ha detto Umit, che produce le sue collezioni in Italia. “Anche se, per molti aspetti, dovrei vivere a New York. Il pubblico è forse più in sincronia con le mie idee. Come il kepi– Malcolm X, Denzel Washington e Tupac l’hanno indossato tutti!”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.