×
1 325
Fashion Jobs
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
2 ott 2018
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La cavalleria femminile di Alexander McQueen

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
2 ott 2018

Un enorme applauso ha salutato Sarah Burton alla fine dello show del marchio Alexander McQueen dentro ai Giardini del Lussemburgo lunedì sera. E così doveva essere. Perché in un momento storico in cui i diritti delle donne alla sacralità del loro corpo non sono mai stati più discussi, la sua bellissima collezione per Alexander McQueen è stata un poema visivo di bellezza femminile e fiera forza.

Alexander McQueen - Primavera-Estate 2019 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Alla penultima serata di 30 giorni di sfilate internazionali, ci dovrebbero essere pochi dubbi sul fatto che la maggior parte degli aficionados giudicherà questa LA collezione della stagione. Raramente l'immaginazione della designer Sarah Burton è stata così ricca, e le sue idee così ben eseguite dal suo studio e atelier.
 
McQueen è anche uno di quei marchi che si possono definire coerenti, in parte perché la Burton utilizza sempre vari elementi di base estraendoli dall’immaginario collettivo britannico. Non solo i suoi viaggi a Marrakech o Los Angeles o nel Rajasthan per le proprie ricerche, ma le potenti emozioni e la storia della sua terra natia.

In questa stagione ha iniziato la collezione con un viaggio al White Horse, uno dei più notevoli monumenti preistorici d’Inghilterra, letteralmente un gigantesco cavallo bianco scolpito in una collina di gesso. Si ritiene che commemorasse una vittoria ottenuta nel IX secolo nella battaglia di re Alfredo, ma i suoi creatori sono ignoti.
 
Quindi c'erano molti outfit cavallereschi: eccezionali armature da cavaliere realizzate in pelle stampata bianca, rossa o nera, coperti di pitture o ricamati con grossi papaveri cremisi, iris gialli selvatici e cardi, e tutti abbinati a cinture e infradito in pelle.
 
Anche se le sue idee più avvincenti erano fatte di taffettà di seta tagliuzzato – utilizzato sia in abiti da sposa decostruiti, che in diverse creazioni sensazionali da red carpet.

Le sue affermazioni stilistiche d’apertura sono state degli abiti in chiffon arruffati, tagliati con bravura e indossati con una serie di eleganti giacche in pelle da equitazione a coda di rondine. Il mood riusciva ad essere rock, regale, vivace e frizzante allo stesso tempo. Oppure, come indicavano le note del programma: abbigliamento intriso di ricordi e significato.

Alexander McQueen - Primavera-Estate 2019 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


Il cast è apparso con capelli intrecciati e gellati, e con orecchini pendenti di metallo, collane e girocolli. Le modelle hanno sfilato, chiaramente eccitate per il fatto di poter indossare questa collezione, dentro all’Orangerie dei giardini. Il pavimento era coperto di ghiaia bianca brillante, il set conteneva diversi grandi affioramenti rocciosi, a richiamare i monumenti preistorici della Middle England come Stonehenge, anche se ricoperti da splendide sete patchwork -- con torri normanne e soffitti gotici. Gli stessi tessuti scuri di seta da Ofelia usati in abiti da sera magnificamente plissettati.
 
“Sorellanza, matrimonio, comunione, l'idea che tu possa essere potente esprimendo emozioni. Tesori e cimeli di famiglia; il solstizio d'estate; la sua forza e la sua fragilità insieme”, ha commentato la Burton nel backstage, aggiungendo che hanno dato il via a questo progetto acquisendo un ricamo del XVIII secolo dipinto a mano e iniziando a scomporne tutti gli elelmenti per studiarli. Poi hanno addestrato 20 persone a come dipingere a mano quei motivi nello studio di McQueen a Londra. Uno show eccezionale da parte di una stilista eccezionale.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.