La casa britannica Viyella chiede l’aiuto dello stato

Non meno di 450 sono minacciati di licenziamento in seno al marchio femminile Viyella. Autentica istituzione britannica, forte di 225 anni di esperienza, questa fa appello all’amministrazione per salvare le sue finanze. Un nuovo colpo per la Gran Bretagna dopo la fine dei grandi nomi Woolworths, Hardy Amies o ancora Wedgwood.


Viyella collezione primavera-estate 2009

Con 100 negozi Viyella non dovrebbe imputare i suoi problemi solamente alla crisi, così crede la stampa britannica. Rivolta ad una clientela femminile piuttosto agiata e fortunata, il marchio non avrebbe così saputo fare evolvere le sue collezioni, creando uno scarto con la domanda attuale.

Viyella ha registrato l’anno passato vendite per 27,8 milioni di sterline. Ma in difficoltà finanziarie dal 2001, la casa oggi avrebbe difficoltà a mantenere la fiducia degli investitori, quando la maggior parte delle banche sono più che mai reticenti a concedere prestiti.

Di Elena Passeri (fonte: M. Guinebault)

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DecorazioneSfilateCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER