La UE approva la riforma sul copyright con vincoli per Google e Facebook

L’Unione europea ha dato il via libera definitivo alle nuove norme sul diritto d’autore che impongono vincoli a Google e Facebook. 

Reuters

Google e altre piattaforme web dovranno firmare accordi di licenza con musicisti, artisti, autori, editori di notizie e giornalisti per utilizzare il loro lavoro online. 

YouTube (Google), Instagram (Facebook) e altre piattaforme di condivisione dovranno inoltre installare filtri per impedire agli utenti di caricare materiali protetti da copyright.

Diciannove Paesi, tra cui Francia e Germania, hanno approvato le nuove norme mentre Finlandia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia e Svezia erano contrari. Belgio, Estonia e Slovenia si sono astenuti. 

Il Parlamento europeo ha dato il via libera il mese scorso a una proposta che ha messo l’industria creativa europea contro società tecnologiche, attivisti di internet e gruppi di consumatori. 

Il dibattito all’interno della Commissione europea è iniziato due anni fa, con l’obiettivo di rivedere regole vecchie di vent’anni per proteggere l’industria creativa europea che vale 915 miliardi di euro e occupa 11,65 milioni di persone.

© Thomson Reuters 2019 All rights reserved.

media
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER