La Redoute sviluppa La Brand Boutique all’estero

Lanciato nell’estate del 2015 da La Redoute, in collaborazione con la boutique parigina “Brand Bazar”, il sito multimarca che riunisce griffe premium di moda femminile e maschile si sta gradualmente sviluppando all’estero. Nel 2017 sono state messe online in successione le versioni britannica, russa, spagnola e portoghese dell’e-shop.

Outfit dei marchi Mes Demoiselles e Bellerose, venduti sul sito - La Brand Boutique

In precedenza, nel 2016, la Brand Boutique era stata duplicata in Svizzera e Belgio. Il sito elvetico è in forte crescita, ci precisano da La Redoute. Per il dopo, l’ex venditore a distanza diventato retailer del Web, che sta per entrare nel gruppo Galeries Lafayette, sta riflettendo sulla possibilità di lanciare il sito multimarca online in Italia e in Cina. Quest’ultimo soprattutto è un mercato di grandi dimensioni, molto attratto dei marchi europei di alta gamma.
 
Questi portali, che presentano un assortimento di brand che non trovano posto sull’e-shop di La Redoute, propongono un'offerta diversa da un Paese all'altro, in base agli accordi sottoscritti con le diverse label.
 
“Brand Bazar”, il concept store fondato nel 2002 nel quartiere di Saint-Germain-des-Prés, partecipa alla selezione dei marchi della Brand Boutique, che oggi comprende 200 nomi sull’e-shop francese, contro una cinquantina alla sua creazione due anni fa. Vi sono presenti in particolare Polder, Sœur, Vanessa Seward, Essentiel, Scotch & Soda, Kujten e Bobbies. Lanciato di recente, anche il sito portoghese conta 50 marchi, tra i quali Petite Mendigote, Reiko o Stella Forest.

Schermata di La Brand Boutique versione portoghese - DR

Altri brand potrebbero andare a rafforzare l’offerta di ricerca della Brand Boutique. Alla conferenza stampa di presentazione dell’intenzione del gruppo Galeries Lafayette di acquisire La Redoute, la co-presidente del sito francese Nathalie Balla aveva sottolineato che si sarebbero potute realizzare diverse sinergie interessanti, soprattutto la possibilità “di arricchire la Brand Boutique con dei nuovi marchi che lavorano con le Galeries”. Un sito che quindi andrebbe a far concorrenza a quello del grande magazzino: probabilmente verranno realizzati degli aggiustamenti, se l’unione fra le due entità sarà confermata.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER