LVMH registra una crescita del 10% nel terzo trimestre

Prosegue anche nel terzo trimestre dell’anno lo slancio del numero uno mondiale del lusso LVMH, con vendite in crescita del 10%, anche se la minaccia di un rallentamento in Cina a causa delle tensioni commerciali con gli Stati Uniti pesa sul settore.

Guarda la sfilata
Louis Vuitton - primavera/estate 2019 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula

Il gruppo di Bernard Arnault ha annunciato il 9 novembre di aver registrato un fatturato di 11,38 miliardi di euro. Questa “performance porta avanti il trend registrato nel primo semestre, al quale tutte le divisioni del gruppo hanno contribuito”, ha sottolineato in un comunicato LVMH, che il 10 ottobre terrà una conferenza telefonica con gli analisti del settore.
 
Il giro d’affari trimestrale è conforme al consesus delle agenzie Factset e Bloomberg, che prevedevano, rispettivamente, 11,42 e 11,26 miliardi di euro. La crescita organica del gruppo ha tuttavia registrato un leggero rallentamento, dopo la progressione del 13% nel primo trimestre e dell’11% nel secondo. Nei primi nove mesi dell’esercizio, LVHM ha registrato un fatturato di 33,1 miliardi di euro, con una crescita organica dell’11%.
 
Qualche giorno fa LVMH ha perso il suo titolo di valore più grande dell’indice azionario CAC 40, che aveva tolto nel maggio 2017 al gigante Total, ritornato ora in prima posizione a causa soprattutto delle inquietudini che pesano sull’intero settore del lusso, legate a un possibile rallentamento della Cina dovuto all’inasprirsi delle tensioni commerciali con gli Stati Uniti. L’Asia (escluso il Giappone) è il primo mercato per LVMH e rappresenta il 31% del fatturato totale del gruppo, che conta in questa area geografica circa 1.200 boutique e più di 31.000 dipendenti.
 
Nel corso del terzo trimestre, la divisone Moda e Pelletteria, che traina il gruppo grazie al colosso Louis Vuitton, ha visto le sue vendite crescere del 14% (in dati organici), a 4,45 miliardi di euro. Il secondo business del gruppo, la Distribuzione Selettiva (tra cui Sephora) ha registrato un giro d’affari di 3,219 miliardi, in progressione del 5%. Infine, il fatturato della divisione Vini e Liquori si è attestato a 1,3 miliardi (+7%), mentre quello di Profumi e Cosmetici a 1,53 miliardi (+10%).

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 AFP. Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER