LVMH lancia tre nuovi corsi di formazione in Italia

Si amplia il programma italiano di corsi dell'Istituto dei Mestieri d'Eccellenza del gruppo LVMH, il progetto basato sul principio dell'apprendistato con insegnamenti teorici presso le scuole ed esperienze pratiche nell'ambito delle maison del gruppo. Lo scorso 23 novembre, a Firenze, all'interno di Palazzo Pucci, sede italiana del progetto, è stata organizzata la cerimonia di inizio dell'anno accademico con il lancio di tre nuove collaborazioni che formeranno i futuri apprendisti.


Il primo corso si focalizza sulle calzature donna presso il Politecnico Calzaturiero a Capriccio di Vigonza, il cui corso di “Tecnico addetto al montaggio di Calzature di alta qualità” è finanziato dalla Regione Veneto. Il secondo è sulle calzature uomo presso l'Académie du savoir-faire Berluti e Centoform a Ferrara, con il corso di formazione “Operatore delle Calzature”. Infine uno dedicato alla vendita con l'università Ca' Foscari Venezia e il Master in “Luxury, Customer Advisor”, finanziato dalla Regione Veneto.

Lanciato nel 2014 a Parigi, l'istituto ha aperto nel 2016 l'École d'Horlogerie LVMH in Svizzera e nel 2017 la sede italiana con due programmi di formazione, uno afferente al mestiere della pelletteria presso il Polimoda, l'altro al mestiere dell'oreficeria presso il For.Al (in Piemonte).

L'istituto fa oggi anche un primo bilancio a un anno dall'inaugurazione: su 500 apprendisti nel 2018 nel mondo (Francia, Svizzera, Italia), 85 sono in Italia, il 100% dei quali ha conseguito la qualifica professionale e il 93% ha ottenuto il certificato d'eccellenza. Finanziati dal Fondo sociale europeo, mediante le Regioni italiane, questi corsi di formazione sono assolutamente innovativi nella loro modalità di funzionamento.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

Lusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER