LVMH acquisisce la maggioranza dei gioielli Repossi

LVMH aggiunge un nuovo brand al suo portfolio: la maison di gioielleria Repossi, fondata a Torino nel 1920. Il gruppo del lusso di Bernard Arnault è entrato nel capitale del brand nel novembre 2015 con una partecipazione minoritaria, con l’obiettivo di “accompagnarne lo sviluppo”, e ne ha acquisito la maggioranza l’anno scorso.
Gioielli Repossi - ph Juergen Teller

L’informazione è stata resa pubblica nel documento di riferimento per l’esercizio 2018, che indica chiaramente che “Repossi, marchio italiano di gioielleria nel quale il gruppo aveva preso una partecipazione del 41,7% nel novembre 2015, consolidata fino al 31 dicembre 2017 per messa in equivalenza, è ormai consolidata nel gruppo per integrazione globale, in seguito a un’acquisizione di una partecipazione complementare nella società, che ha portato la quota di proprietà del gruppo dal 41,7% al 68,9%”. Il valore dell’operazione, invece, non è stato comunicato.
 
Grazie al supporto di LVMH, il gioielliere italiano ha potuto accelerare il suo sviluppo internazionale, rafforzando la propria rete di vendita con l’apertura di spazi all’interno di grandi magazzini, da Londra al Medio Oriente. Il brand è presente anche a Parigi, con una boutique in place Vendôme.
 
Nel 2007 Gaia Repossi, rappresentante della quarta generazione della famiglia fondatrice, ha assunto la direzione artistica e creativa della maison, apportando un cambiamento radicale all’offerta, con uno stile più contemporaneo, proponendo una gioielleria architetturale e nuove tecniche per l’atelier fondato nel 1920.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaLusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER