LVMH Luxury Ventures acquisisce una partecipazione in Gabriela Hearst

Gabriela Hearst ha una nuova spalla su cui appoggiarsi: quella di LVMH Luxury Ventures. Il fondo, lanciato nel 2017 dal gigante del lusso per sostenere i giovani marchi con degli investimenti da 2 a 15 milioni di euro, ha infatti acquisito una partecipazione minoritaria nella griffe newyorchese fondata dall’omonima designer nel 2015.

Collezione autunno/inverno 18-19 - Gabriella Hearst

La cifra e il peso della partecipazione nel capitale non sono stati comunicati, ma dovrebbero consentire a Gabriela Hearst di sviluppare la sua presenza ai quattro angoli del pianeta, viene precisato.
 
La promettente stilista uruguaiana, basata a New York, propone da quattro anni un’offerta di prêt-à-porter e accessori di lusso che porta il suo nome. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Woolmark Prize nel 2017. Con il suo approccio “honest luxury”, Gabriela Hearst, che dirige tra l’altro il ranch di famiglia nel suo Paese d’origine, si è distinta per le sue linee essenziali, che mettono in evidenza i materiali.
 
Il brand ha inaugurato il suo primo flagship lo scorso novembre, a New York, su Madison Avenue. Conta decine di rivenditori, di cui circa la metà negli Stati Uniti, a cui si aggiungono concept store e department store internazionali, così come e-tailer come Net-à-Porter, MatchesFashion e MyTheresa.
 
Per Luxury Ventures, guidato da Julie Bercovy, si tratta del terzo investimento dalla sua fondazione nel 2017, ma il primo su una griffe di abbigliamento. La società ha infatti dato il suo supporto attraverso partecipazioni minoritaria al marchio francese di beauty Universelle Buly e allo specialista di sneaker Stadium Goods, in seguito acquisito da Farfetch.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER