×
1 376
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ott 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L'Oréal riprende tono nel 3° trimestre e si dice fiducioso per il 2° semestre

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ott 2020

Il gigante francese dei cosmetici L'Oréal ha riacquistato colore nel terzo trimestre: la ripresa dell'appetito per i cosmetici in Cina, gli ha consentito di limitare l'impatto della pandemia.

L'Oreal


Il gruppo ha registrato una diminuzione del proprio fatturato pari al 2%, a 7,04 miliardi di euro, vicino al consensus degli analisti interpellati dal fornitore di servizi Factset. Tuttavia, a dati comparabili, le vendite progrediscono dell’1,6%, sottolinea l’azienda transalpina in un comunicato di giovedì scorso.
 
Se si esclude il segmento del ‘Travel Retail’ (ovvero le boutique negli aeroporti), la progressione è addirittura del “5,4% su base comparabile. Un dato che diventa di nuovo significativo”, si è rallegrato Jean-Paul Agon, il PDG di L'Oréal, all’agenzia AFP. Nei primi 9 mesi dell’anno, le vendite sono scese dell’8,6%, a 20,11 miliardi di euro.

Anche se tutte le aree geografiche restano in leggero calo, quest’ultimo è comunque meno marcato rispetto al primo semestre, quando le vendite erano diminuite dell’11,7% in 6 mesi. L'Asia-Pacifico, ormai primo mercato del gruppo, sperimenta una flessione dell’1,9% (ma un incremento del 2,4% a perimetro comparabile). La Cina sopravanza il gruppo per dinamismo, con una progressione del 18,1% nei primi 9 mesi dell’anno. L’Europa occidentale, secondo mercato del gruppo, risulta quasi stabile nel terzo trimestre, a -0,7% (-2,5% a perimetro comparabile). Il Nord America si contrae del 2,1% (ma sale dell’1,3% a perimetro comparabile).
 
Per rami di attività, la situazione è eterogenea. ‘L'Oréal Luxe’, divisione dedicata ai prodotti di bellezza d’alta gamma (Lancôme o Yves Saint Laurent), ha continuato ad accusare una contrazione marcata (-6,4%). Ma la divisione “sovraperforma nettamente il suo mercato, grazie a un blocco di lanci molto ampio”, ha sottolineato Jean-Paul Agon, citato nel comunicato. Le vendite della divisione principale del gruppo, quella dei prodotti di largo consumo, sono diminuite del 4,7% (ma risultano quasi stabili su base comparabile).
 
All’opposto, la divisione ‘Prodotti Professionali’, che era scesa pesantemente, subendo l'impatto della chiusura dei saloni di parrucchiere in primavera, risale del 5% nel terzo trimestre. La divisione “mette a segno il suo miglior trimestre da molti anni, trainata dalla riapertura dei saloni e dall'accelerazione dell'e-commerce”, secondo L'Oréal. La divisione ‘Cosmetica Attiva’ prosegue nel suo slancio (+21,7%), sempre trainata da Asia e Nord America.
 
L'Oréal non fornisce obiettivi in cifre per l'intero anno, ma afferma di puntare ad un secondo semestre in crescita a dati comparabili, basandosi sull'e-commerce, esploso nei primi nove mesi dell'anno (+61,6%), tanto da rappresentare ora il 23,7% del fatturato complessivo della società.

Copyright © 2023 AFP. Tutti i diritti riservati.