×
1 629
Fashion Jobs
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
23 feb 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L’industria tessile europea chiede supporto alla UE per la ripresa

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
23 feb 2021

In occasione degli "Industry Days" dell’Unione Europea, la confederazione della filiera tessile Euratex ha lanciato un appello alla Commissione e agli Stati membri affinché mettano in atto una serie di misure volte a supportare il settore nella sua fase di ripresa.

Shutterstock


In particolare, Euratex chiede alle autorità di vigilare sulla concorrenza sleale proveniente dai Paesi a basso costo e sollecita alla UE di migliorare i propri standard sociali e ambientali, tra i più restrittivi. Auspica anche un supporto alle piccole strutture nella loro transizione verso l’innovazione digitale e responsabile, in modo da creare un’alternativa locale alle importazioni. Infine, focus sulla tematica della circolarità, che secondo Euratex la UE dovrebbe affrontare rapidamente, prima che in consumatori perdano interesse in merito.
 
Non sorprende che fra i temi menzionati ci sia la formazione, in un settore in cui l'invecchiamento della manodopera tessile deve essere compensato da un aumento di formazione avanzata, in particolare tramite percorsi formativi permanenti, scambi Erasmus+ o attraverso il programma di scambio di competenze “Pact for Skills Initiative”. Diverse opzioni che potrebbero attirare nuove generazioni di specialisti del tessile e stilisti.

I legislatori europei sono inoltre chiamati a una maggiore coerenza tra le varie regole comunitarie, tra cui il Green Deal, la strategia per i prodotti chimici sostenibili, o la strategia industriale della UE per rafforzare la produzione europea.
 
"La futura 'Textile Strategy for Textile' rappresenta un'enorme opportunità per il settore e i decisori politici per sviluppare una visione lungimirante. Se l'Europa perde questa occasione, rischia di perdere uno dei suoi ecosistemi essenziali. Troppi settori saranno interessati da tale perdita, perché i tessuti sono ovunque, dall'auto alla strada dove camminiamo", sottolinea in un comunicato stampa l'Amministratore Delegato di Euratex, Dirk Vantyghem.

Shutterstock


Euratex rappresenta un comparto tessile/abbigliamento europeo composto da quasi 160.000 realtà, principalmente di piccole dimensioni, che generano 162 miliardi di euro. Il settore vende il 38% all’estero, per un valore di circa 61 miiardi di euro, e impiega 1,5 milioni di persone nei paesi della UE.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.