×
1 298
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
13 mag 2010
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L’India sospende le esportazioni di cotone per sostenere la sua industria nazionale

Pubblicato il
13 mag 2010

13 mag 2010 – Proprio mentre in queste ultime settimane il prezzo del cotone è salito alle stelle, il governo indiano ha deciso di sospendere gli ordini verso l'estero, al fine di conservare una quantità sufficiente di giacenze per sostenere la sua industria dell'abbigliamento.

Seconda esportatrice mondiale di cotone dietro gli Stati Uniti, l’India può provocare un massiccio condizionamento e spostamento della domanda mondiale. Le industrie tessili della Cina, del Pakistan e del Bangladesh infatti, dipendono molto dalle materie prime indiane. I compratori hanno rivolto in tutta fretta le loro richieste verso l’Australia, il Brasile e anche l'Africa Occidentale. Una frenesia negli acquisti indotta soprattutto dalla paura di una improvvisa carenza della materia prima più che dall'incertezza sulla futura evoluzione dei suoi prezzi.

Se il prezzo locale del cotone indiano è effettivamente calato in seguito all'interdizione, la misura non è stata però presa con un consenso unanime nella nazione asiatica. Per la Cotton Association of India, questa decisione "nuoce alla reputazione del paese di essere un fornitore affidabile e continuo di cotone". L’organismo si aspetta delle "perdite enormi" fra gli esportatori indiani. E non saranno i soli a pagare caro prezzo l'adozione di questo provvedimento. Di fronte a un'offerta rarefatta, i prezzi praticati altrove, in particolare negli Stati Uniti, sono molto più elevati per le fabbriche tessili e quindi difficilissimi da sostenere.

Di Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.