×
379
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital go to Market Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM S.P.A.
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · GALLARATE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato ·
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Commercial Legal Counsel
Tempo Indeterminato · MILAN
CONFIDENZIALE
Senior Merchandising Manager - Women's
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Nord e Centro Europa - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Linea Donna - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
Head of Demand Management
Tempo Indeterminato · BOLZANO
THUN SPA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Rtw Talent Development Partner
Tempo Indeterminato · NOVARA
ANONIMO
e - Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistic Planning And Outbound Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ST. BARTH SRL
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Content Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LK
Sales
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Supply Chain Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager Retail
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Mrtw Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PRAXI
Responsabile Pianificazione Produzione Pelletteria Production Planning Manager Leather Goods
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 nov 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L’imprenditore francese Thierry Le Guénic compra Burton of London

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 nov 2020

Nuova scossa nel settore della distribuzione moda: il gruppo Omnium si separa dal marchio Burton of London. Secondo le nostre informazioni, il gruppo guidato da Philippe Lascar e presieduto da Robert Lascar ha venduto l’insegna di prêt-à-porter misto che aveva a sua volta comprato nel 1991.

Burton of London


L’acquirente è Thierry Le Guénic. La transazione è stata validata dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha dato il via libera dopo che il 30 settembre è stata depositata una pratica rigurdante l’operazione.
 
All’inizio dell’autunno, Thierry Le Guénic aveva già acquistato il marchio di arredo casa Habitat dal gruppo Cafom. Si tratta di una rete di 31 negozi di proprietà che realizzano circa 100 milioni di euro di vendite, ma che è in rosso da diversi anni. L'imprenditore transalpino negli ultimi anni ha acquisito (insieme a Stéphane Collaert) anche i marchi Chevignon e Maison Lejaby, oltre ai brand di calzature Cosmo Paris e San Marina.

Oggi dunque, Thierry Le Guénic ha rilevato un'altra importante rete di 125 negozi, che copre l'intera Francia, per un importo che non è stato specificato dall'Autorità Garante della Concorrenza.
 
Abbiamo contattato la direzione del gruppo Omnium e Thierry Le Guénic, i quali finora non hanno però risposto alle nostre domande.
 
Burton of London vanta una storia importante, nata al di là della Manica intorno all’expertise nella sartoria su misura all'inizio del XX secolo. Il marchio si era sviluppato bene in Francia e la sua filiale fu acquistata nel 1981 dal gruppo Rallye. Il gruppo Omnium l’aveva poi comprato 10 anni più tardi (con 65 negozi). Allora il brand realizzava un giro d’affari di 84 milioni di euro.
 
L'anno scorso, Anne-Laure Couplet è subentrata a Thierry Perusat, che guidava il marchio dal 2016. La dirigente da settembre è anche presidente del marchio, secondo i documenti depositati presso il tribunale commerciale.
 
La scorsa primavera, in pieno lockdown, Robert Lascar ha spiegato all'edizione bretone del Journal des Entreprises di avere risorse di cassa, ma limitate, e che con la situazione di emergenza per la pandemia doveva ridurre dal 20% al 30% scorte e acquisti. “Qualunque cosa accada, probabilmente non torneremo alla normalità fino al 2021”, aveva sottolineato all'epoca.
 
Burton of London rivendicava un fatturato di quasi 100 milioni di euro nel 2017, per una flotta di circa 130 negozi. Prima di questa operazione, il gruppo Omnium indicava sul suo sito di aver ottenuto un fatturato cumulativo di 561 milioni di euro con i suoi 545 negozi e 3.200 dipendenti. Il gruppo conserva i brand Devred 1902 e Bouchara nel proprio portafoglio.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.