×
1 850
Fashion Jobs
SIDLER SA
HR Business Partner / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 lug 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L'editore di libri d'arte Skira acquisito dal gruppo Chargeurs

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 lug 2022

Il diversificato gruppo francese Chargeurs annuncia l'acquisizione del marchio italiano Skira, organizzatore di mostre ed editore di libri d'arte, proseguendo così il suo sviluppo nel settore del lusso, dei musei e dell'arte, che affianca ad un business nell’abbigliamento.

Skira pubblica libri d'arte, organizza mostre e offre prodotti derivati ​​da queste iniziative culturali - Skira


Chargeurs si è assicurato l'80% del capitale, per un importo non divulgato, di questa società che era stata acquistata nel 1995 da due italiani, Giorgio Fantoni e Massimo Vitta Zelman.

Fantoni è morto nel 2021 all'età di 95 anni, mentre Vitta Zelman, 75 anni, è ancora Presidente di Skira e rimarrà tale.

Skira entrerà a far parte di Chargeurs Museum Studio, una sussidiaria aziendale che si occupa di “creazione di contenuti per istituzioni culturali, fondazioni e marchi aziendali”.

La prestigiosa casa editrice è stata fondata a Losanna nel 1928 dallo svizzero Alberto Skira, che si fece conoscere nel 1931 con il volume Le Metamorfosi di Ovidio illustrato da Pablo Picasso.

Fino alla morte del creatore nel 1973, Skira si è imposta come punto di riferimento nel settore dei libri d'arte e nei libri illustrati da firme famose.

L'azienda è stata rilanciata e diversificata da Fantoni e Vitta Zelman, che provenivano da un concorrente, le edizioni Electa. I due hanno affiancato all’editoria altre attività, come l’organizzazione di mostre e librerie museali e la produzione di film e documentari culturali.

“Chargeurs proseguirà attivamente il suo approccio di consolidamento in questi settori, nell’ambito della sua strategia di espansione in nuove aree del lusso”, ha commentato in un comunicato il CEO della società transalpina, Michaël Fribourg.

Skira, la cui sede si trova a Milano, “impiega quasi 45 persone”, per un fatturato di “oltre 15 milioni di euro”, ha indicato Chargeurs.
 
Il gruppo Chargeurs ha registrato una contrazione del fatturato nell'esercizio 2021, sceso in un anno da 822 a 736,6 milioni di euro. Cifra che resta comunque superiore ai 626,2 milioni di euro registrati nel 2019, anno a partire dal quale l'azienda si è impegnata in una serie di investimenti e ha intrapreso una riorganizzazione della propria attività.

A fine 2021, il gruppo ha deciso in particolare di acquisire la società britannica Event Communications, specializzata nella progettazione di musei, per rafforzare la propria offerta in questo settore.

Chargeurs ha affidato lo scorso ottobre il suo business nell’abbigliamento a Gianluca Tanzi, che assumerà il ruolo di General Manager di questa divisione, che riunisce le attività di Chargeurs PCC Fashion Technologies e Chargeurs Luxury Materials.

Con AFP

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.