×
1 222
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
L'AUTRE CHOSE
Addetto al Reporting e Controllo di Gestione
Tempo Indeterminato · PORTO SANT'ELPIDIO
VALENTINO
Digital Media Planning & Buying Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA S.R.L.
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · ROMA
Pubblicità

L’avventura sospesa di Children’s Fashion from Spain sfila a Pitti Bimbo

Pubblicato il
today 17 gen 2019
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La baby armata spagnola conquista l’edizione numero 88 di Pitti Bimbo con la canonica sfilata di Children’s Fashion from Spain, che il 17 gennaio ha trasformato la passerella del salone fiorentino in un paesaggio urbano e cosmopolita, che simboleggia l’inizio di un viaggio, di una nuova avventura, dove tutto è ancora in divenire.

L’avventura sospesa di Children’s Fashion from Spain sfila a Pitti Bimbo


Per le collezioni autunno/inverno 2019-20, i marchi iberici Abel&Lula, Amaya, Boboli, Mayoral, Tartaleta e Tuc Tuc si sono lasciati ispirare da influenze ‘urbane’. Il défilé, andato in scena nella Sala della Ronda, si è trasformato in un’esaltazione di grafiche e stampe, tartan scozzesi, tessuti spigati in lana, tessuti a pelo lungo, sofisticati merletti, applicazioni di gemme e trasparenze per le serate di festa.
 
Il kidswear spagnolo, rappresentato in Fortezza da Basso da ben 57 espositori, ha realizzato 1,228 miliardi di euro di fatturato nel 2017, con un’incidenza dell’export del 54% pari a 665 milioni di euro, in crescita del 5,7% rispetto al 2016.

“I marchi spagnoli di moda bimbi sono impegnati nei mercati internazionali e sono pronti a sorprendere l'intero settore con le loro novità. La partecipazione di 57 aziende spagnole sottolinea l'importanza di Pitti Bimbo, a Firenze, come piattaforma di riferimento mondiale per presentare le collezioni”, ha dichiarato Beatriz Pérez Raposo, Console Economica e Commerciale di Spagna a Milano.

Paola Martos Gòmez, Sales Manager di Mayoral Moda Infantil - Photo: Laura Galbiati - FashionNetwork.com


L’Italia si conferma uno dei maggiori importatori di childrenswear spagnolo: è il primo mercato della moda per bambini e il quarto di quella per l’infanzia, come hanno confermato alcuni degli espositori iberici incontrati da FashionNetwork.com durante il salone.
 
“Da un paio di stagioni l’Italia è diventata per noi il primo mercato, superando la Spagna; al terzo posto c’è il Portogallo”, ci ha raccontato Paola Martos Gòmez, Sales Manager di Mayoral Moda Infantil, azienda nata 75 anni fa come negozio di abbigliamento a Malaga e presente oggi in tutto il mondo con 45 filiali, una rete di circa 200 agenti e all’interno di oltre 10.000 store multibrand. “Abbiamo anche un network di monomarca, diretti e in franchising, oltre all’e-commerce. In Italia abbiamo in programma per il prossimo futuro una serie di nuove aperture”. Mayoral propone collezioni bimbo e bimba da 0 a 18 anni, sviluppate in tre linee: baby, mini e junior.

Ana Gòmez Segura Llerena, Marketing ed e-commerce Manager di Tuc Tuc. - Photo: Laura Galbiati - FashionNetwork.com


Mayoral ha lanciato con la PE19 un nuovo brand, Abel & Lula, anch’esso protagonista della sfilata corale spagnola a Pitti Bimbo: “Si tratta di una collezione bambina da 4 a 12 anni, abiti da cerimonia e per occasioni speciali, con un posizionamento e una distribuzione di livello più alto rispetto a Mayoral. La produzione avviene in Marocco e in Portogallo, con tessuti premium. L’Italia è il primo mercato anche per Abel & Lula”, ha concluso la manager.
 
Anche per Tuc Tuc, che quest’anno compie 25 anni, l’Italia è uno dei mercati principali, con un fatturato quasi pari a quello spagnolo. “In Italia siamo presenti all’interno di circa 700 store multibrand e vogliamo espandere ancor di più il canale. Inoltre, abbiamo appena lanciato la boutique online anche nel vostro Paese, dove prima vendevamo via Web solo le nostre proposte di puericultura (passeggini, carrozzine, ecc.)”, ha raccontato Ana Gòmez Segura Llerena, Marketing ed e-commerce Manager di Tuc Tuc. Per quanto riguarda il canale retail, il marchio dispone di una rete di 28 monomarca, tra diretti e in franchising, in Spagna, 8 in Portogallo e due all’interno del Dubai Mall.

Amaya, AI 19-10 Photo: Laura Galbiati - FshionNetwork.com


Con origini che risalgono agli anni ‘60 e guidato oggi dalla seconda generazione della famiglia fondatrice, Amaya sta addirittura pensando a una linea pensata appositamente per il mercato italiano: “L’Italia è il nostro secondo Paese in termini di fatturato, dopo la Spagna e prima del Regno Unito; siamo presenti all’interno di diverse centinaia di store multimarca”, ci ha spiegato Hector Valdivia, Communication Manager di Amaya. “Siamo presenti un po’ in tutta Europa, in Medio Oriente (Dubai e Kuwait) e abbiamo recentemente inaugurato uno store all’interno di El Corte Inglés in Messico. Stiamo inoltre lavorando al lancio di una piattaforma e-commerce worldwide”. Amaya, il cui core business è la bimba da 0 a 18 anni, ha anche una piccola collezione dedicata ai maschietti. Con la PE19, inoltre, la società ha lanciato un nuovo brand, Amaya Sànchez, rivolto a un target più adulto, composto da ragazze e donne. Tutta la produzione dell’azienda è rigorosamente made in Spain.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.