L'Oréal conta sul lancio di nuove fragranze per incrementare le vendite alla fine dell'anno

Nonostante una crescita inferiore alle attese nel secondo trimestre dell'anno fiscale 2019, L'Oréal rimane fiducioso per quanto riguarda le sue ambizioni per la fine dell'anno. In occasione di una discussione con gli analisti finanziari mercoledì, la direzione del gruppo francese ha infatti pianificato di fare affidamento sul lancio di tre nuove fragranze per aumentare le vendite entro la fine del 2019: la gamma “Born in Roma” di Valentino, il profumo “Idôle” di Lancôme e una fragranza femminile di Yves Saint Laurent che dovrebbe essere svelata presto.

L'Oréal è stato al di sotto delle attese nel 2° trimestre e fatica in Nord America

L'Oréal ha acquistato la licenza dei cosmetici del marchio Valentino dal gruppo Puig nel maggio del 2018. Svelata qualche settimana fa, “Donna Born in Roma”, la versione femminile della nuova linea di fragranze di Valentino, sarà affiancata dalla sua controparte maschile il prossimo settembre. Si tratta del primo profumo svelato dal gruppo dall'acquisizione del marchio lo scorso anno e L'Oréal spera che sia da subito un successo. Nel frattempo, il gruppo francese lancerà “Idôle” di Lancôme, un debutto previsto per il 22 agosto, poi una nuova fragranza inedita di Yves Saint Laurent, che come testimonial avrà l’artista britannica Dua Lipa e che dovrebbe essere presentata entro la fine di quest’anno.
 
Jean-Paul Agon, PDG del gruppo L'Oréal, ha ricordato anche la proposta d’acquisto di Azzaro e Mugler. Senza fornire dettagli per il momento, ha consigliato di rimanere vigili riguardo al possibile annuncio “di buone notizie per entrambi i marchi”. Il gruppo sembra contare su questi acquisti futuri per completare il proprio portafoglio marchi e diversificare l’offerta.
 
Il gruppo transalpino ha inoltre ribadito il proprio impegno per lo sviluppo digitale di L'Oréal, il cui “e-commerce rimane un reale vettore di crescita”, come ha precisato il PDG. Con circa il 50% di aumento delle vendite online, il gruppo accoglie con favore la crescita “omogenea in tutte le divisioni e regioni”. La Cina rimane tuttavia uno dei leader nei consumi online, soprattutto grazie al sistema di realtà aumentata Modiface, particolarmente popolare in Cina e in Asia. Jean-Paul Agon ha inoltre ricordato l'importanza della presenza dei suoi marchi su Tmall, la piattaforma cinese di e-commerce, che contribuisce fortemente al successo digitale del gruppo in quest’area.
 
L'Oréal continua però ad essere in difficoltà nel mercato statunitense, che ha rallentato la crescita del gruppo nel secondo trimestre. Le vendite negli States sono calate dell’1,1% nel periodo fra aprile e giugno, per colpa del rallentamento delle vendite di prodotti per il trucco in un mercato ultra competitivo. Sul territorio americano, il gruppo francese resta fortemente dipendente dalle vendite di make-up e, nella discussione di mercoledì con gli analisti finanziari, Jean-Paul Agon non ha nascosto le difficoltà che possono incontrare i grandi magazzini, anche se dettaglianti come Sephora mostrano vendite buone. Il gruppo annuncia di voler rafforzare la propria strategia di comunicazione in quel territorio e conta di “riprendersi, anche se ciò potrebbe richiedere del tempo e non accadere prima della fine dell'anno”.
 
I prossimi risultati trimestrali del gruppo L'Oréal dovrebbero essere presentati a settembre.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Bellezza - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER