Kotka: in Finlandia il primo Waterfront Designer Outlet Village

Il 2017 vedrà la nascita in Finlandia del primo Waterfront Designer Outlet Village, presso il Kotka Old Port, cittadina già meta turistica affermata nel Sud del Paese, a 130 km da Helsinki. Il progetto, che prevede la riqualificazione di un'area portuale dismessa di 30 ettari, si svilupperà in più fasi e i lavori per la costruzione dell'outlet sono iniziati il 25 aprile 2016.

Rendering del progetto del Kotka Old Port Designer Outlet Village

il completamento della prima fase coinciderà con il centenario della Repubblica finlandese, che si celebrerà alla fine del 2017 e vedrà l’outlet estendersi su una superficie coperta di 15.000 metri quadrati, con 80 store e 4 ristoranti. Altri 10.000 metri quadri verranno costruiti nella seconda fase e vi saranno aperti altri 60 negozi. In tutto, i marchi presenti, potrebbero arrivare fino a quota 200 e gli organizzatori prevedono di concludere nel giro di 8 anni il progetto di riqualificazione globale dell’area.
 
Il Kotka Old Port Designer Outlet Village verrà inaugurato a fine 2017

“Il Kotka Old Port Designer Outlet Village sarà molto di più di un agglomerato di boutique. A breve potremo rendere noti i nomi delle aziende che svilupperanno le strutture per la ricezione turistica, la ristorazione, il centro benessere, le compagnie turistiche di navigazione e di tutte quelle società che contribuiranno allo sviluppo di un polo unico nel suo genere”, ha spiegato a FashionMag Cameron Sawyer, presidente di GVA Sawyer, a capo del gruppo di investitori del progetto, in occasione della presentazione ufficiale svoltasi a Milano il 27 aprile.
Rendering del progetto che sorge sulla marina di Kotka

“Nell’area adiacente all’outlet è già certa la realizzazione di due hotel, da quattro e tre stelle, rispettivamente con 160 e 110 camere, nonché di un complesso residenziale composto da 10 building per un totale di circa 200 appartamenti sulla Marina del porto, dove ci saranno anche 130 posti barca”, ha precisato Matteo Bono, Senior Leasing Manager di DEA Real Estate Advisor, tra i principali promotori retail a livello internazionale, che ha un ruolo chiave nel progetto di Kotka. “L’offerta dell’outlet vedrà la componente moda pesare per il 60-70%, ma l'offetta includerà anche sport, outdoor, oggettistica di design e gioielli. Lavoreremo tanto con i brand del lusso del made in Italy, fattore critico di indiscusso successo. Anche l'universo del food sarà molto importante, ci ispireremo ad un concept tipo quello di Eataly, non solo un ristorante, quindi, ma un market dove comprare le materie prime fresche: molto ruoterà intorno al pesce, vista la location sul mare e ci saranno tanti tipi di cucina possibili”, conclude Matteo Bono.

L'outlet, per ovvie ragioni climatiche, sarà interamente coperto

”L’outlet sorgerà in un Paese dove non ne esistono attualmente altri, quindi godrà anche del vantaggio strategico di non avere concorrenza di settore. La location, trovandosi a soli 60 Km dal confine con la Russia, risulta davvero interessante sia per il bacino d’utenza finlandese, che per quello russo, ma godrà anche di tutti i turisti che arrivano ogni anno nel Paese”, continua Luca de Ambrosis Ortigara, founder and CEO di DEA Real Estate Advisor, società indipendente dalla forte vocazione allo sviluppo del segmento retail del fashion di alta gamma.

I lavori dell'outlet sono iniziati il 25 aprile 2016

“L’offerta diversificata dell’outlet e la grande accessibilità esercitano anche una forte attrattiva per i top brand internazionali. A livello di griffe della moda abbiamo già concluso accordi con nomi del calibro di Missoni, Class Cavalli, Baldinini, Genny o ancora John Ashfield”, conclude Ortigara, cui è stata affidata la direzione dei leasing del progetto, che ha riunito John Milligan, Gerald Parkes, Cameron Sawyer, e Byrne Murphy, investitori di rango internazionale con una vasta esperienza in progetti di promozione e sviluppo di outlet di lusso in Francia, Italia, Gran Bretagna, Spagna e Russia.

Un altro rendering degli spazi del futuro outlet

DEA e il suo team hanno portato gli outlet in Italia e continuano ad essere protagonisti dell’evoluzione di questo mercato, a livello nazionale e internazionale. Luca de Ambrosis Ortigara ha guidato lo startup italiano della McArthurGlen, aprendo i centri di Serravalle, Barberino e Castel Romano, assumendo in seguito la carica di European Leasing Director. Da nove anni, in qualità di Strategic Advisor, siede nel board internazionale di Value Retail. DEA segue ogni fase dei progetti, dallo studio di fattibilità allo sviluppo del concept, dall’investment management al letting degli spazi commerciali.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GastronomiaDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER