Kora Investments sale al 55% del capitale di Rifle

Come già previsto dagli accordi preliminari stipulati lo scorso settembre con la famiglia Fratini (che ha fondato il marchio Rifle nel 1958) in occasione del closing relativo all’ingresso di Kora Investments Sa nel capitale della società, la holding svizzera di investimenti ha comunicato di aver incrementato il 21 febbraio la sua partecipazione al 55% del capitale della Rifle & Co S.r.l.
Da sinistra: Giulio Fratini, Salvatore Insinga, Franco Marianelli, Alessandro Pallara e Sandro Fratini

“Grazie ai grandi e ambiziosi progetti proposti dal management e ai risultati già ottenuti durante questi primi mesi, abbiamo confermato la decisione di completare l'operazione, acquisendo la maggioranza delle quote dell’azienda fiorentina: un forte segnale di fiducia nel progetto a distanza di così pochi mesi dal closing”, si legge nella nota ufficiale diramata il 1° marzo.  
 
L’operazione avviata con Kora Investments lo scorso anno ha segnato la prima apertura ai capitali esterni dello storico brand toscano del denim, che quest’anno celebra i 60 anni dalla sua fondazione, oltre che il primo passo di un progetto di rilancio che, grazie al nuovo assetto, mira a riportare Rifle a un ruolo di primo piano nel mondo del denimwear.
 
Il nuovo corso è guidato dal CEO Franco Marianelli, manager che in passato ha ricoperto incarichi di primo livello, come quello di managing director e amministratore delegato, per marchi denim di fama mondiale, come Guess e Gas, che insieme a un nuovo team di manager e designer punta a rinnovare del brand. 
 
Kora Investments, che ha sede a Lugano, è stata fondata nel 2014 dall’avvocato Alessandro Pallara e si rivolge ad aziende con potenziale di crescita. Le attività sono coordinate dal Dott. Salvatore Insinga, attivo da molti anni nel settore degli investimenti di private equity e nelle operazioni di M&A.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DenimBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER