×
1 117
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Visual & Sales Account Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Product Marketing Coordinator - Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Wholesale Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Product Manager Accessori
Tempo Indeterminato · TREVISO
DELL'OGLIO
Sales Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CLARKS - ASAK & CO. S.P.A.
Addetta/o Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · BUSSOLENGO
RANDSTAD ITALIA
Coordinator Ufficio Commerciale & Marketing
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Autista di Direzione (Driver)
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
22 feb 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Koché infonde una nuova energia ad Emilio Pucci

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
22 feb 2020

Per il suo ritorno in passerella, dopo tre anni d’assenza, Emilio Pucci ha dato una dimostrazione di forza, grazie alla maliziosa bacchetta magica di Christelle Kocher. Priva di direttore artistico dal 2017, a seguito della partenza di Massimo Giorgetti, la griffe dà il via da questa stagione a una nuova strategia basata sul coinvolgimento di designer esterni per reinterpretare i suoi archivi. La prima collaborazione l’ha affidata alla stilista francese, che ha iniettato dosi elevate di streetwear sartoriale nell’universo chic e un po’ frivolo della casa di moda fiorentina.

Emilio Pucci - Autunno-Inverno 2020 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


L’evento è stato sicuramente uno di quelli di maggior successo della settimana. Anche se figurava solamente nel programma di presentazioni, vi hanno voluto assistere le più alte autorità della moda italiana, dal presidente di Camera della Moda (CNMI), Carlo Capasa, al boss di Pitti Uomo, Raffaello Napoleone, mentre in prima fila si notava anche il PDG di LVMH Fashion Group, Sidney Toledano, responsabile dei "piccoli marchi" del gruppo del lusso, tra i quali Emilio Pucci.
 
La rivoluzione Koché si faceva sentire sin dall'ingresso della chiesetta sconsacrata di San Paolo Converso, dove si svolgeva il défilé. Due stand accoglievano il pubblico, che poteva farsi personalizzare una maglietta della collezione, oltre a un muro di schermi video e ologrammi, e a un'installazione con una maschera di realtà virtuale che consentiva di scoprire alcuni look in 3D e in anteprima.

Un benvenuto originale per mettere bene in evidenza l'ingresso di Emilio Pucci in una nuova era. Le canzoni del rapper americano Lil Uzi Vert fanno il resto, accompagnano idealmente questo show ricco d’energia che oscilla tra un rave e un gala del jet-set. Segno di cambiamento, per la prima volta dei modelli maschili accompagnano la donna Pucci in passerella. Altra novità: i jeans sono comparsi nel guardaroba del marchio toscano.
 
I modelli girano per la sala con andatura vivace, proseguendo il loro percorso arrampicandosi a spirale attorno a una struttura di vari piani, il che crea un movimento perpetuo sul palco. Si succedono dark lady con guanti glamour e occhiali neri, e collane di perle bianche che ondeggiano fino all'ombelico, eleganti dame in miniabiti e piccoli cappotti di lana arancione, donne sportive con tute luccicanti o ricamate con pizzi e merletti, ragazze in abiti fluenti, abiti t-shirt e altre polo oversized indossate con gonne di media lunghezza con lo spacco o bermuda di seta.
 
La stilista si è immersa nell'archivio della casa di moda traendovi alcune stampe, motivi e tessuti, che ha mescolato brillantemente modernizzando nel contempo il guardaroba Pucci attraverso una tavolozza di colori cupi, illuminata da alcuni abiti vivaci. Ritroviamo così l'emblematico foulard di seta del marchio, indossato come un fazzoletto, annodato alla coscia come una giarrettiera, messo a tracolla per contenere gli occhiali, trasformato in borse, oppure fatto fuoriuscire come un bouquet dalla tasca posteriore dei jeans, in quadrati stampati su una T-shirt, ecc.

Emilio Pucci - Autunno-Inverno 2020 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Il filone sporty chic si affianca a uno stile boudoir molto sexy, con degli abiti-tutine in seta dalle spalline sottili in colori vivaci, ricamati o bordati di pizzo, mentre il body è sbottonato in basso ed è indossato sopra i pantaloni. I collant in pizzo sono ovunque, neri o fluorescenti. Lo stesso pizzo è posto sulle spalle e sulle maniche di una felpa, o s’impone come protagonista in un maxi abito traforato.
 
Mentre ha rinfrescato i codici del marchio, Christelle Kocher vi ha introdotto il suo know-how sartoriale soprattutto in alcuni capi forti, come un vestito, un top e un parka ricoperti di piume e decorati con perle. “Ho apportato freschezza ed energia a Emilio Pucci. Nello stesso tempo, c’è un incredibile lavoro artigianale. Volevo qualcosa di molto femminile e dolce, ma anche creare un atteggiamento fiducioso con capi unisex”, ci confida la designer alla fine dello show.
 
Per l’attenta figlia del fondatore, Laudomia Pucci, direttore dell'immagine e vicepresidente del marchio, l’esame di passaggio è riuscito. “L’interpretazione di Christelle Kocher è molto innovativa. Ha lavorato tanto sugli archivi, traducendoli nel contempo nel suo linguaggio in modo moderno. È vibrante, divertente, molto leggibile e allo stesso tempo sofisticata”, sottolinea.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.