×
1 376
Fashion Jobs
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace Manager (Farfetch)
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace / Multichannel Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Menswear Brand Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Expansion Manager Nord
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Digital Customer Care Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Estero Brand Fashion Premium
Tempo Indeterminato ·
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 giu 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Kim Jones sulle collaborazioni, Travis Scott e il Lone Star State

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 giu 2021

L’abbigliamento maschile di Dior ha debuttato venerdì con la sua prima collezione completa nata da una collaborazione con un musicista, ovvero la partnership con il rapper, produttore musicale e style setter Travis Scott, in una collezione Primavera-Estate in cui il Lone Star State (il Texas, detto lo Stato della Stella Solitaria, ndr.) ha incontrato gli dei del rap e l'iconografia del selvaggio West.

 


Nelle stagioni precedenti, Jones ha collaborato con artisti come Kaws e Kenny Scharf, ma questo con Scott è sembrato un incontro di idee ancora più organico. Scott e il suo marchio Cactus Jack hanno collaborato con diversi colossi globali come Nike, McDonald's, PlayStation e Tommy Hilfiger. Mitica una sua comparsata a sorpresa con DJ set a una festa privata per Tommy nel settembre 2018. Travis ha già lavorato con Dior, ideando la capsule collection “Air Dior” che Jones ha creato con il brand Jordan l'anno scorso.
 
Oltre a quello per Dior, Jones ha un lavoro altrettanto importante a Roma, visto che dirige l'alta moda e il prêt-à-porter femminile di Fendi, marchio per il quale presenterà la sua prossima collezione in un fashion film a luglio.
 
Dunque abbiamo incontrato Kim Jones mentre stava dando gli ultimi ritocchi alla collezione PE 2022 di Dior uomo in uno studio a pochi metri dall'Arco di Trionfo, per una chiacchierata sulle collaborazioni, e sulla predilezione di Travis Scott e Monsieur Dior per il Texas.

Kim Jones, il direttore creativo di Dior uomo - Photo: Courtesy of Dior


FashionNetwork.com: Cosa volevi che Travis portasse nella collezione?
Kim Jones: Il suo approccio, immagino. Stavamo guardando cose diverse quando eravamo insieme e facevamo brainstorming. Lui stava guardando ai suoi riferimenti personali, come Jimi Hendrix o le persone che indossavano bei pantaloni a zampa d’elefante. La gente che indossava abiti formali ma li faceva sembrare reali, c’era questo di interessante. È come se avessimo parlato per anni e anni di fare cose, e ci trasmettessimo idee l’uno con l’altro, e alla fine ci fossimo detti “Andiamo!”.
 
FNW: Travis è venuto a lavorare con lei a Parigi?
KJ: No, lo abbiamo fatto a distanza, perché non era possibile viaggiare. In realtà è molto difficile viaggiare in questo momento. Soprattutto se sei britannico. Nessuno sembra volerci più!

Con Travis stavano succedendo molte cose. Come che ha avviato una fondazione per i ragazzi che andranno alla Parsons, ed è così che è partito il discorso iniziale tra noi. Ho pensato che sarebbe stato fantastico se avessimo lavorato insieme, per guadagnare più soldi per questo progetto.

Dior uomo, PE 2022


Una delle sue idee più belle è la doppia sella, con quei dettagli che penso siano super cool, e sarà un pezzo in edizione limitata. E poi Victoire (de Castellane) ha realizzato questo fantastico pezzo di alta gioielleria maschile. Perla bianca e cactus di diamanti, con questa bellissima forma e mi piace l'idea che costi mezzo milione di euro. Sapete, stiamo scoprendo che le persone che acquistano veri prodotti Dior vogliono cose uniche. Sto cercando cose che facilitino ciò che la gente vuole da Dior, e ho pensato che fosse davvero un bell’oggetto da realizzare.
 
FNW: Perché le piace così tanto fare collaborazioni?
KJ: Perché penso solamente che in questo mondo, dopo essere stati rinchiusi per così tanto tempo l'anno scorso e non avere potuto frequentare moltissime persone, siamo felici di vederle di nuovo. Abbiamo appena fatto una collezione con Sacai perché Chitose Abe è una mia grande amica e mi mancava il Giappone. Travis è una persona con cui ho parlato molto in America; ma la prossima partnership sarà con uno scrittore. Sto adottando approcci diversi. Sapete che Travis è un musicista, e allora cominceremo a scrivere, a suonare. Se considerate ogni collezione che vedete, c'è un tema grafico. Mi piacciono i concept grafici di qualcun altro, perché danno anche quella diversa prospettiva, il che è interessante.

Dior x Sacai - Foto: Brett Lloyd por cortesia da Dior


FNW: Oltre a Sacai quante collezioni sta facendo?
KJ: Penso che finora ne abbiamo fatte 15 per Dior e 7 per Fendi. Credo che dovrò tenere sempre gli occhi aperti, perché so le cose che posso e non posso fare. Sono abbastanza interessato al lavoro, quindi mi piace lavorare velocemente. Ma non si può essere indecisi. Voliamo da qua a là; scriviamo e filmiamo e poi faremo la haute couture subito dopo, e poi altri due fitting per altre due collezioni…
 
FNW: Quando e come allestirà la sfilata dell’alta moda di Fendi?
KJ: Il 7 luglio. La faremo come un film, perché non volevo sprecare un sacco di soldi in qualcosa come uno show che potrebbe non realizzarsi mai, quindi sono felice che sarà un film bellissimo. Perché il 99% delle persone che guarderanno la collezione la vedranno in un video o su uno schermo. Inoltre, ai clienti dell’alta moda viene spedita la collezione in seguito, quindi non hai bisogno di così tanti clienti per guadagnare molti soldi con la haute couture.

Dior uomo, PE 2022 - Foto: Morgan O'Donovan, per gentile concessione di Dior


FNW: Cosa vuole che pensino le persone quando vedono la sua collezione?
KJ: È uno show sull'ottimismo, ha molti elementi diversi che sono divertenti ed eccitanti, penso che dobbiamo far provare gioia alle persone ora, perché è stato un periodo piuttosto triste per molta gente, specialmente per i giovani che seguono molto il marchio. E questo è ciò su cui rifletti davvero: a cosa pensano i clienti. Sono loro i miei critici, e non voi ragazzi [addetti ai lavori]. Perché sono loro quelli che comprano, sapete. Quando vedo una coda fuori da ogni negozio Dior del mondo, probabilmente sto facendo qualcosa di giusto. Penso che sia un business, e credo che sia davvero bello portarvi a collaborare qualcuno che si è fatto da sé e che influenzi anche le giovani generazioni, perché abbiamo fatto alcune cose incredibili che non avrei mai creduto di poter realizzare.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.