Kim Jones lascia ufficialmente Louis Vuitton

Dopo mesi di voci, il direttore artistico della firma parigina di lusso, arrivato a guidarne la moda Uomo nel 2011, ha annunciato il proprio addio da Louis Vuitton. Il suo ultimo défilé si svolgerà giovedì.

Kim Jones - Archiv

Lo stilista, che ha diretto per 7 anni il prêt-à-porter maschile di Vuitton, e che ha notevolmente ringiovanito il marchio, viene dato da mesi come partente in direzione Versace. Un annuncio che sembrerebbe sempre meno probabile.
 
Altra voce diffusa da diversi media, il possible arrivo del designer da Burberry (dove anche Christopher Bailey ha annunciato l’addio, che avrà effetto in marzo), anche in questo caso senza conferma. Altra possibilità: la stessa incertezza dello stilista sul suo futuro. 
 
Sempre secondo alcune voci ed indiscrezioni, diversi nomi cominciano ad entrare nell’elenco dei papabili alla sostituzione di Kim Jones, con il direttore artistico della maison Lanvin, Lucas Ossendrijver, che potrebbe far parte di questa lista.
 
Nato a Londra nel 1979, Kim Jones, la cui carriera è iniziata nel 2003 con la sua prima partecipazione alla Fashion Week di Londra, ha lanciato molto presto la propria label (in seguito sospesa) e ha inanellato collaborazioni con Alexander McQueen, Umbro, Hugo Boss e Iceberg.
 
Nel 2008 è diventato il direttore artistico di Dunhill, prima di essere chiamato da Louis Vuitton 3 anni più tardi.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroNomine
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER