Kidiliz: progetti retail e wholesale per G-Star, Catimini e Absorba

Il gruppo specialista della moda bambino Kidiliz (marchi Absorba, Catimini, 3 Pommes, Kenzo Kids, Jean Bourget, Lili Gaufrette, Paul Smith Junior…) ha presentato a Pitti Bimbo 89 la seconda collezione, quella per la Primavera-Estate 2020, che ha realizzato per il marchio olandese di jeans G-Star Raw, di cui ha ampliato la distribuzione europea a 700 punti vendita multibrand, 120 dei quali in Italia, e ha raddoppiato le referenze prodotto, portandole a 300 dalle 150 della stagione precedente.

G-Star Raw Kids

La linea, divisa nelle proposte Kids (3-10 anni) e Junior (8-16 anni), vuole festeggiare i 30 anni compiuti dal marchio dei Paesi Bassi, nato infatti nel 1989, e per questo è ricca di elementi che riprendono la sua linea per gli adulti, tanto da mostrare molti tessuti denim, anche giapponesi, compresi gli emblematici modelli “5620 Elwood”, “D-Staq”, “Arc”, “3301”, “Lynn”, “Midge”. L’ambizione del brand è portare il denimwear in un’ottica d’avanguardia: dal 2020 infatti il 100% del cotone ed il 90% di tutti gli altri materiali G-Star Raw saranno totalmente sostenibili (BCI, bio o riciclati).
 
“Intanto l’obiettivo del gruppo Kidiliz è di ampliare ulteriormente la piattaforma di clienti esteri”, dice a FashionNetwork.com Raul Cruz, Brand Managing Director di G-Star Raw. “La distribuzione dei brand del gruppo è arrivata a 4.000 store multimarca nel mondo, e ora vogliamo portare a 1.500-2.000 i clienti che entro 2-3 anni distribuiscano le linee per bambini di G-Star”.
 
“Continueremo poi a spingere sulla digitalizzazione”, continua Cruz, “visto che già un 30% del giro d’affari complessivo proviene dalle vendite perfezionate su questo canale, grazie alla piattaforma di e-commerce diretto in cui vendiamo utti i nostri brand”.
 
Il prossimo autunno-inverno Kidiliz aprirà 22 corner griffati G-Star Raw Junior e Kids in grandi magazzini di tutta Europa (El Corte Inglés, Galeries Lafayette, Hino, House of Fraser, Coin…), ma c’è anche l’idea di entrare con un corner in Rinascente, dopo i 7 che il brand già vanta in altrettanti Coin italiani, mentre alle Galeries Lafayette gli shop-in-shop delle linee per bambini di G-Star Raw sono 2, ma nell’ambito di questo piano espansivo arriveranno presto a 60 in tutta la Francia. “C’è anche l’obiettivo di aprire un monomarca del kidswear di G-Star”, afferma poi Raul Cruz, “ma non se ne parlerà prima di 3 anni”.
 
Ma l’espansione di Kidiliz non si ferma a G-Star. Il gruppo ha accelerato in Asia aprendo quest’anno 3 store monomarca del brand Catimini, mentre Absorba inaugurerà a luglio il suo primo negozio nell’ex Impero Celeste (e primo monomarca in assoluto). Un’evoluzione naturale, visto che il francese Kidiliz è stato acquistato ad ottobre 2018 dal colosso cinese della moda bambino Semir (nome completo Zheijiang Semir Garment), gruppo da 1,6 miliardi di euro di fatturato e quotato alla Borsa di Shenzhen dal 2011.
 
Per l’Italia è previsto un piano di sviluppo per inaugurare circa 15 monobrand Catimini nei prossimi 3 anni, il primo dei quali aprirà a marzo 2020. “Per Absorba l’azienda punterà innanzitutto su un’espansione retail in Cina e Francia, ma non trascurerà l'Italia. Lo Stivale è il nostro secondo mercato, quindi rimarrà un asset strategico per lo sviluppo di tutto il retail del gruppo”, aggiunge Fabio Cancelliere, direttore generale del gruppo Kidiliz, il quale smentisce poi le indiscrezioni apparse due mesi fa sulla stampa francese che davano per certo l’avvio di una procedura per cedere il brand Z, marchio storico del gruppo Kidiliz, fondato nel 1983, con i suoi 520 negozi, oltre 200 dei quali si trovano in Francia. Kidiliz possiede anche 150 boutique Catimini e una cinquantina di store multimarca ad insegna Kidiliz.
 
I due dirigenti – che non escludono il perfezionamento di un nuovo accordo di licenza di Kidiliz nel mondo della moda bambino – preferiscono non comunicare il fatturato 2018, ma secondo gli ultimi dati resi pubblici, quelli per il 2017, il giro d’affari dell’ex gruppo Zannier (si chiamava così fino al 2016) è stato di 430 milioni di euro, circa 140 dei quali generati proprio da Z, e per il 50% ottenuto all’estero.
 

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriModa - ScarpeDenimDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER