×
1 427
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Financial Reporting Coordinator
Tempo Indeterminato ·
BALDININI SRL
Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
THUN SPA
Area Manager Wholesales Province di fr, te, lt, aq, ri
Tempo Indeterminato · FROSINONE
MANTERO SETA
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
Pubblicità

Kering starebbe discutendo della possibilità di un accordo con Moncler

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 5 dic 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Pochi giorni dopo la formalizzazione dell'accordo tra LVMH e Tiffany per oltre 14,7 miliardi di euro, l’altro colosso francese del lusso si sarebbe a sua volta posizionato per effettuare un'importante acquisizione. Questa volta non si tratta di gioielli, ma dell’universo dello sci nella sua versione di lusso. Secondo Bloomberg, Kering e Moncler hanno aperto delle trattative nella prospettiva di un accordo.

Moncler Genius Pierpaolo Piccioli, Autunno-Inverno 2019/20


Le fonti della multinazionale americana dei mass media indicano la possibilità di una "unione" tra il gruppo diretto da François-Henri Pinault e il marchio nato nell’ambiente dello sci a Grenoble, oggi esperto di piumini d’alta gamma e basato a Milano. Bloomberg precisa che Kering non ha voluto commentare la questione e che i rappresentanti di Moncler non erano stati raggiungibili.
 
La valutazione di Moncler SpA, società quotata, è di circa 10 miliardi di euro. Il valore delle sue azioni è quasi quadruplicato dal suo approdo in Borsa nel 2013. Alla chiusura, mercoledì 4 dicembre, un suo titolo era quotato 38,83 euro. L’azionista di riferimento resta Remo Ruffini, che manterrebbe circa il 22,5% della società, secondo i calcoli di Bloomberg.

Il piumino d’alta gamma resta il prodotto di punta di Moncler, con un’offerta che parte attorno agli 850 euro. Ma il marchio ha sviluppato un guardaroba completo. In particolare, ha aumentato ulteriormente la sua visibilità e attrattiva presso una clientela più fashioncon il progetto Moncler Genius, con il quale ha chiamato a collaborare dei creativi di talento e ha dato un tono più impertinente all'etichetta.
 
Un'iniziativa che apre anche la possibilità al marchio di creare delle partnership speciali con dei grandi magazzini, come recentemente alle Galeries Lafayette Champs Elysées. E nello stesso tempo di moltiplicare le vetrine per la sua offerta più convenzionale in luoghi e percorsi turistici, come nell’arco di pochi mesi negli stessi Champs Elysées di Parigi. Recentemente Remo Ruffini ha spiegato a FashionNetwork.com che Moncler, che vanta circa 220 negozi nel mondo, puntava a svilupparsi nel travel retail, e anche in Cina, che rappresenta il 30% del proprio fatturato, annunciato a 995 milioni di euro per i primi nove mesi del 2019.
 
Dal punto di vista di Kering, trovare un accordo con il marchio di skiwear gli permetterebbe di guadagnare un punto d'appoggio su un terreno che oggi non raggiunge con Gucci, Bottega Veneta, Saint Laurent, Balenciaga e Alexander McQueen. In un certo senso, il gruppo di François-Henri Pinault, che si è disimpegnato da Puma l’anno passato, tornerebbe così nell’universo dello sport, ma con un approccio che sarebbe meglio corrispondente al suo portafoglio di marchi.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.