×
1 336
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Head of Advertising And Digital Production
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Administration And Accounting Manager / Luxury Brand / Mendrisiotto
Tempo Indeterminato · COMO
GINNIBÒ SRL
E-Commerce Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
DREAMERS FACTORY
Production Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
1 lug 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Kering si impegna concretamente per la biodiversità

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
1 lug 2020

Nuova tappa per Kering nel suo impegno eco-responsabile. Il gruppo francese del lusso pubblica per la prima volta la propria strategia dedicata alla biodiversità, fissandosi dei nuovi obiettivi per raggiungere un “impatto netto positivo” sulla biodiversità entro il 2025. Nella stessa occasione annuncia il lancio di un fondo da 5 milioni di euro per favorire un’agricoltura rigenerativa.

La biodiversità è ormai presa in notevole considerazione nella catena di approvvigionamento del gruppo - Kering


La biodiversità ora diventa un componente a tutti gli effetti della strategia di Kering per lo sviluppo sostenibile. La volontà è duplice. Si tratta “di minimizzare la perdita di biodiversità nell’insieme dei canali di fornitura a livello di gruppo” e “di preservare la natura” attraverso un approccio di conservazione che permette di essere “netti positivi”, ha indicato la società in un comunicato stampa.
 
Per accelerare il passaggio dal settore della moda verso l'agricoltura rigenerativa, il gruppo guidato da François-Henri Pinault lancia il fondo “Kering for Nature Fund: 1 Million Hectares for the Planet” in partnership con Conservation International, organizzazione internazionale senza scopo di lucro specializzata nella conservazione del patrimonio naturale della Terra.

Questo fondo, dotato di un portafoglio di 5 milioni di euro, consentirà, tra le altre cose, al gruppo di “convertire 1 milione di ettari di fattorie e pascoli nei paesaggi della sua filiera di fornitura in spazi di agricoltura rigenerativa entro il 2025” e “di proteggere un ulteriore milione di ettari di habitat cruciale e insostituibile al di fuori del suo perimetro”, ovvero “una superficie sei volte superiore all'impronta ecologica totale dell'intera catena di approvvigionamento del gruppo, dalla produzione di materie prime, nei prossimi cinque anni”, sottolinea Kering.
 
Il Kering for Nature Fund è stato pensato soprattutto per ridurre l’impatto sull’ambiente della produzione delle materie prime destinate al prêt-à-porter e alla pelletteria della società, che possiede tra i tanti i marchi Gucci, Balenciaga, Saint Laurent e Bottega Veneta: vale a dire pelle, cotone, cashmere e lana.
 
“Il mantenimento della biodiversità condiziona intrinsecamente la redditività [e la sostenibilità] a lungo termine del nostro settore e della società in generale. È essenziale integrare una strategia di biodiversità nelle operazioni quotidiane di Kering per poter agire sulla riduzione della perdita di biodiversità nei prossimi anni”, commenta Marie-Claire Daveu, direttore dello sviluppo sostenibile e degli affari istituzionali internazionali di Kering.
 
Grazie a questo fondo, Kering intende “cambiare prospettiva” dopo aver realizzato diversi progetti in questo settore, per esempio in Mongolia, dove nel 2014 si è associato all'ONG Wildlife Conservation Society per migliorare le condizioni per l'allevamento di capre per il cashmere, limitando le dimensioni delle mandrie o imballando il cashmere nel cotone anziché nella plastica.
 
Ciò si traduce principalmente in “un lavoro di prevenzione del degrado della biodiversità, di promozione di pratiche agricole sostenibili e rigenerative che favoriscono la salute del suolo e la protezione delle foreste e degli ecosistemi mondiali che sono essenziali per lo stoccaggio del carbonio”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.