Kartell entra con il 2% in Bio-on per lo sviluppo di nuovi materiali

Bio-on, quotata all'AIM su Borsa Italiana, ha annunciato un accordo strategico con Kartell che entra nel capitale della società, tramite la sua controllante Felofin, acquistando il 2% con un investimento di 10 milioni di euro. L'obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo dell'elettronica organica basata sulle tecnologie Bio-on per acquisire una posizione di leadership in questo nuovo settore.

Kartell - Facebook/Kartell

"L'investimento annunciato oggi rappresenta per noi l'ingresso di un socio strategico”, ha spiegato Marco Astorri, Presidente e CEO di Bio-on, “e siamo particolarmente orgogliosi che un marchio prestigioso come Kartell riconosca l'innovazione e le potenzialità delle tecnologie sviluppate da Bio-on. La nuova frontiera dell'elettronica organica rientra da tempo nei piani di sviluppo della nostra bioplastica, un prodotto piattaforma che ha già dimostrato di poter essere utilizzato in vari settori industriali per creare prodotti ecosostenibili. Per questo vogliamo condividere la nostra tecnologia con un partner industriale come Kartell che rappresenta l`eccellenza italiana nel mondo".

"Sono molto soddisfatto di esplorare il 'futuro'”, ha aggiunto Claudio Luti, Presidente di Kartell, “ed in particolare scoprire nuove tecnologie completamente diverse rispetto ai prodotti che abbiamo realizzato fino ad oggi. Questa partnership è in linea con le strategie di Kartell sempre alla ricerca di innovazione che possano accompagnare il marchio in un processo di crescita e di evoluzione industriale e di prodotto. Sono allo studio materiali incredibilmente innovativi e noi assieme a Bio-on possiamo partecipare a questa evoluzione".

Fonte: APCOM

DecorazioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER